Molti sono gli insetti che minacciano l’attività vegetativa delle nostre piante: si possono contrastare in maniera efficace agendo direttamente sul terreno di coltura utilizzando bastoncini insetticidi che svolgono anche funzione nutritiva

Afidi, mosca bianca, coccidi, cicaline, ma anche le cocciniglie farinose e cotonose sono i principali nemici delle piante ornamentali di casa e giardino. La loro azione è pressoché identica: si nutrono della linfa vitale della pianta prendendone il controllo e repentinamente sopraggiunge la morte.

Esistono alcuni metodi efficaci per contrastare quelli che vengono definiti, non a caso, insetti “succhiatori”. Alcuni sono organici e naturali, come il trattamento mediante sapone molle o olio bianco; altri invece, definiti sistemici, permettono un’azione ad ampio spettro, utile a proteggere in un lasso di tempo anche un’eventuale vegetazione che si sviluppa nello stesso spazio dedicato alla coltura di altre piante.

Bastinsect calca esattamente questo principio: interviene infatti sistematicamente sui parassiti da rimuovere fornendo anche  funzione nutritiva alla pianta su cui è importante agire.

Bastinsect: che cos’è?

Bastinsect è un insetticida sistemico di lunga durata, capace di garantire fino a 3 mesi di protezione dall’inserimento nel terreno. Inserimento, si: perché Bastinsect è realizzato in semplici bastoncini, caratteristica che gli conferisce una certa diversità rispetto all’azione “classica” dell’insetticida tipo spray.

Come funziona?

Questi piccoli bastoncini, 20 per confezione, vanno inseriti a fondo nel pane di terra vicino alle radici: si compatta il terreno e subito dopo è necessaria un’abbondante annaffiatura. Si consiglia il suo utilizzo all’inizio dell’infestazione e quando diventano visibili i primi sintomi. È un insetticida che agisce fino a 3 mesi dalla sua applicazione, quindi sono consentiti circa 3 trattamenti per coltura/anno.

Procedimento

bastinsect

La confezione di Bastinsect prevede 20 bastoncini di colore bianco, inseriti e confezionati ordinatamente in appositi piccoli tubi di plastica. Prelevarli è semplice: basta capovolgere l’involucro sul retro e, grazie a un attrezzo pulito, per esempio una piccola lama, o con l’ausilio delle mani, creare il giusto foro per estrarre l’insetticida.

Sul retro della confezione è disegnato un piccolo metro che funge da indicatore per verificare, in base al diametro del vaso (se circolare), o in base al volume di terreno inserito (se di altra forma), quanti bastoncini inserire dall’alto del pane di terra. Per questo vaso, largo 20 cm, sono da inserire, come indicato sul retro, tre bastoncini per la rimozione degli afidi e sei per altri parassiti.

Prima di cominciare è doveroso disporre degli strumenti indispensabili per l’applicazione: guanti da giardinaggio, la confezione di Bastinsect e l’annaffiatoio colmo d’acqua necessario per concludere il trattamento.

Dopo aver quantificato quanti bastoncini sono necessari, questi si estraggono dalla confezione utilizzando appositi guanti di protezione.

Si inseriscono i bastoncini conficcandoli a fondo nel pane di terra, vicino alle radici, in posizione rigorosamente verticale. Al termine dell’inserimento si ricompatta il terreno.

Infine, si annaffia abbondantemente per garantire subito la migliore aderenza e la giusta umidità, ricordandosi comunque di non esagerare eccessivamente per non creare marciumi all’apparato radicale.

Gli effetti

Bastinsect ha la particolarità di contrastare subito ed efficacemente gli afidi: bastano infatti dagli uno ai tre giorni per i primi risvolti positivi.

La mosca bianca è invece annientata dopo cinque-sei giorni, mentre per tutti gli altri parassiti potrebbero bastare solamente due settimane di azione.

Una doverosa raccomandazione: aggiungere elementi nutritivi insieme alla sua azione rischia di causare un eccesso di alimentazione dell’intera coltura. Pertanto è sempre meglio ricordarsi, prima del trattamento, se la pianta su cui si desidera intervenire è già stata concimata in precedenza.

Scheda prodotto

Bastinsect:

  • composizione: Acetampirid 4o%;
  • formulazione: bastoncini pronti all’uso;
  • parassiti controllati: afidi, psille, mosca bianca, coccidi, tisanotteri, cicaline, nonché cocciniglie farinose e cotonose;
  • colture autorizzate: piante floreali ed ornamentali da appartamento, balcone e giardino domestico.
I parassiti? Eliminiamoli alla radice con Vithal Bastinsect ultima modifica: 2018-04-20T15:20:02+00:00 da Faidate Ingiardino

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.