L’Aeschynanthus, la pianta sempreverde dai bei fiori decorativi

L’Aeschynanthus, o più comunemente detta Eschinanto, è un genere di pianta perenne sempreverde appartenente alla famiglia delle Gesneriaceae. È originaria delle aree tropicali del sud-est asiatico e si presenta con portamento decombente, rampicante o strisciante a seconda della varietà. La maggior parte di queste piante è epifita (cresce su altre piante) e proprio per questo motivo ha un apparato radicale poco sviluppato.

L’Aeschynanthus si presenta con fusti flessibili ricoperti da una peluria sottile e ha foglie carnose lanceolate o ovali a seconda della varietà. I bei fiori hanno forma tubolare e sbocciano riuniti in mazzetti; sono di colore differente a seconda della varietà (rosso, porpora, arancione, giallo). La fioritura avviene in tarda primavera e in estate inoltrata.


Spesso la pianta si presenta con fiori rossi che spuntano da un calice rosso scuro; per questo motivo viene chiamata anche lipstick plant, cioè “pianta rossetto“.

eschinanto

Il fiore dalla forma a “rossetto”

Coltivazione

Moltiplicazione

L’Eschinanto si propaga per seme o talea, ma il secondo è il metodo da preferire. Si procede tagliando una porzione apicale della pianta che misuri 10cm di lunghezza; questa va messa a radicare in un miscuglio di sabbia e torba. Quando le talee hanno radicato si procede al trapianto in vaso.

Terreno

Predilige il terreno sciolto con aggiunta di torba e sfagno. Il drenaggio è fondamentale per escludere l’insorgenza di marciumi radicali che possono essere molto dannosi per la pianta.

Esposizione

L’Aeschynanthus ama le posizioni luminose, purché non sia direttamente esposta ai raggi solari. Predilige i luoghi umidi e caldi e teme il freddo, per cui non esporre mai al di sotto dei 15°C.

Irrigazione

Richiede irrigazioni costanti, ma non si deve eccedere con le quantità d’acqua. Si consiglia pertanto di annaffiare solo quando il terreno risulta asciutto. Nella stagione fredda diminuire il numero delle annaffiature, mantenendo però sempre una certa umidità.

eschinantoConcimazione

In primavera fertilizzare una volta al mese con concime specifico ricco di macro-elementi. Si consiglia l’utilizzo di un fertilizzante liquido da miscelare con l’acqua delle irrigazioni.

Malattie e parassiti

L’Aeschynanthus teme i marciumi radicali, per questo è bene evitare ristagni idrici e garantire un buon drenaggio del suolo. Può subire attacchi da parte della cocciniglia farinosa, ma questa può essere eliminata ripulendo la pianta con cotone e alcool o ricorrendo ad antiparassitari specifici.

eschinanto

Primo piano del fiore

Aeschynanthus, la pianta “rossetto” | Cura e coltivazione ultima modifica: 2019-02-19T11:17:52+00:00 da Faidate Ingiardino

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

GRATIS!!!