Il genere Brugmansia è rappresentato da grandi arbusti o alberelli originari del Sud America e da fiori a campanella di colore bianco

Appartenente alla famiglia delle Solanaceae, la Brugmansia, nota anche come “la tromba degli angeli“,  è principalmente coltivata come pianta ornamentale. Ha foglie semplici e grandi fiori penduli dalle labbra vistose, di grande effetto visivo e cromatico.

Le varietà

Originaria del Sud America e delle Ande, sono diffuse e coltivate tre principali varietà:


  • la brugmansia arborea, originaria dell’Ecuador e del Cile settentrionale. Raggiunge i 2-4 m di altezza e produce bei fiori a trombetta color bianco puro;
  • la brugmansia sanguinea, che può raggiungere i 10-12 m di altezza e caratterizzata dalla produzione di fiori rossi che con il tempo diventano gialli;
  • la brugmansia suaveolens, alta dai 2 ai 4 m, anch’essa una varietà comune che ha fiori bianchi a trombetta che di sera emettono un delicato aroma.

La b.arborea è originaria dell’Ecuador e del Cile settentrionale.

Brugmansia coltivazione

Esposizione

Nelle aree soggette a gelate regolari, consigliamo di coltivarla in serra fresca o giardino d’inverno. All’esterno, se si sopportano climi invernali prevalentemente miti, esponiamola a pieno sole o ombra parziale, al riparo dal vento forte.

Tipo di terreno

Usiamo contenitori grandi o fioriere, con composta a base di terra. All’esterno, scegliamo un comune terreno da giardino che sia fertile e ben drenato.

Irrigazione

Annaffiamo regolarmente all’esterno soprattutto nei periodi caldi e miti, a cadenza settimanale; in inverno riduciamo sensibilmente le irrogazioni. In vaso annaffiamo per mantenere la composta umida, ma senza creare ristagni idrici eccessivi che possono causare la marcescenza delle radici.

Concimazione

Importante aggiungere, dopo l’inverno, intorno alle prime giornate di marzo, del concime organico solido a lento rilascio. In primavera e estate, applichiamo del fertilizzante liquido diluito nell’acqua di irrigazione contenente azoto e potassio in maggiori quantità, a cadenza quindicinale.

Propagazione

Si propaga ottimamente per talee semi-legnose in inverno.

Malattie e cura

Il marciume radicale e l’esagerazione nelle irrigazioni possono determinare attacchi di natura fungina o della mosca bianca: per quest’ultima possiamo utilizzare insetticida ad ampio spettro, per le malattie fungine consigliamo di intervenire con anticrittogamici a base di piretro.

Proprietà

Le brugmansie erano prevalentemente consumate nelle terre d’origine per le loro proprietà narcotiche e fortemente allucinogene.

Brugmansia | La tromba degli angeli ultima modifica: 2018-02-28T12:17:01+02:00 da Faidate Ingiardino

3 Risposte

  1. Dina Conchetto

    Vorrei sapere per cortesia perché la mia brugmansia in vaso perde le foglie che ingialliscono velocemente . Grazie .

     
    Rispondi
    • Faidate Ingiardino

      Ciao Dina, la brugmansia presenta foglie ingiallite se annaffiata con troppa esuberanza. Se ti è possibile, riduci le quantità di irrigazione e esponi la pianta in ambienti più “caldi”.

       
      Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

GRATIS

la rivista
multimediale

Leggila subito
e scarica il PDF

Un nuovo numero disponibile ogni due mesi.
Con costruzioni fai da te e idee per la tua voglia
di bricolage
e di giardinaggio