Una fioriera in legno, rustica quanto basta, realizzata con tavole di lamellare e listelli d’abete, rifiniti all’esterno con impregnante in tinta naturale. Date le proporzioni e l’altezza da terra, si presta anche per coltivare le aromatiche

Questa fioriera in legno per esterno unisce all’aspetto rustico del legno, in tinta naturale, un design moderno e funzionale, con in più la caratteristica di avere quattro lunghe gambe di sostegno che la alzano a un livello insolito da terra. Questo consente, per esempio, di collocare direttamente sotto alla fioriera, un altra di queste, con sostegni corti, ma anche di coltivare le piantine aromatiche e, quando serve, poterne prendere le estremità più comodamente, senza chinarsi con la schiena.

Sotto il profilo costruttivo, questa fioriera in legno fai da te non solo si presenta semplice, ma è assolutamente priva di passaggi critici. Se si possiede un minimo di attrezzatura, si può provvedere in prima persona anche al taglio dei pezzi e, con qualche elettroutensile, si conclude il montaggio in poco tempo. Se non si è attrezzati, ci si deve far tagliare i pezzi in un centro di bricolage.


Con tavole di lamellare di abete, spessore 19 mm, si devono realizzare 2 pareti rettangolari grandi, 1 fondo rettangolare lungo quanto le pareti grandi, 2 pareti laterali piccole con forma a trapezio isoscele; poi servono 4 listelli a sezione quadrata 40×40 mm, lunghi almeno 1 metro.

fioriera in legno fai da te

Dato che i fianchi piccoli (trapezoidali) vanno in sormonto agli altri elementi, il lato più corto del trapezio, che nel disegno in basso è il lato inferiore, deve avere lunghezza pari allo spessore delle tavole dei fianchi (y) più la larghezza della tavola di fondo (x).

Finitura interna e esterna

L’interno della fioriera va rivestito con un panno di tessuto non tessuto cui bisogna far prendere bene la forma della vasca. Per tenerlo in posizione lo si può graffettare con una pistola.

All’esterno si stendono un paio di mani di impregnante (in questo caso trasparente), intercalate da una passata di carta vetrata a grana medio-fine.

Preparata in 6 mosse

Si tagliano le tavole per fare i due trapezi isosceli (la misura deve essere quella della loro altezza). Si tracciano i lati inclinati, prendendo la misura dall’angolo esterno, da una parte e dall’altra.

I tagli delle tavole, dovendo essere più precisi possibile, vanno eseguiti con la sega circolare.

Si verifica la perfetta coincidenza delle varie parti, provando ad avvicinarli e controllando che non ci siano scompensi. Si deve tener conto del fatto che i fianchi grandi vanno in sormonto del fondo, mentre i fianchi piccoli vanno in sormonto di tutte le altre parti (fianchi grandi e fondo).

fioriera in legno

Per il fissaggio, fermo restando che un po’ di colla vinilica nei punti di contatto non guasta mai, si usano chiodi. In questo caso sono stati sparati con la potente groppinatrice Ryobi 18G 18V, che lavora ad aria compressa, ma è alimentata a batteria.

Per troncare i listelli dei sostegni si può usare il seghetto alternativo, indicato anche perché, dovendo rimanere inclinati, può essere meglio assecondare leggermente l’appoggio a terra di ognuno, facendo un taglio un po’ sbieco.

Prima di fissare i listelli di sostegno conviene disegnare sul lato esterno del fianco trapezoidale la loro posizione precisa. In questo caso il fissaggio è affidato a viti da legno, messe dall’interno della vasca.

La realizzazione di questa fioriera da esterno, proposta da Ryobi, è eseguita con elettroutensili alimentati a batteria 18 V della gamma ONE+.

Fioriera in legno per esterno | Come costruirla in 6 mosse ultima modifica: 2019-06-18T11:54:42+01:00 da Faidate Ingiardino

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

GRATIS

la rivista
multimediale

Leggila subito
e scarica il PDF

Un nuovo numero disponibile ogni due mesi.
Con costruzioni fai da te e idee per la tua voglia
di bricolage
e di giardinaggio