La betulla è uno dei più diffusi alberi ornamentali, impiegata anche in erboristeria per le caratteristiche proprietà diuretiche

Esistono circa 60 varietà di betulla, tutte alberi o arbusti decidui originari dell’emisfero settentrionale. Appartenente alla famiglia delle Betulaceae, le betulle hanno foglie piccole a forma di cuore, dal colore verde vivo e dai piccioli delicati. Alcune specie vengono coltivate per la qualità e il colore della corteccia, che può impiegare diversi anni a svilupparsi, e per il colore dorato delle foglie in autunno.

Nelle prime fasi crescono velocemente, fino a raggiungere dai 7 ai 18 m di altezza, ma restano sempre adatte ai giardini piccoli grazie alla loro tendenza a non espandersi troppo.


La betulla è una pianta perfetta per decorare non solo il nostro giardino: le sue ottime proprietà diuretiche e depurative sono utili per combattere la cistite e la cellulite.

Ramo di betulla: da osservare le foglie verdi “a cuore”.

Betulla albero

Raggiunge in età adulta i 20-25 m di altezza e ha vita relativamente breve: non supera infatti gli 80 anni. È un albero a crescita abbastanza rapida, per raggiungere la sua altezza massima di solito impiega circa vent’anni. I rami sono sottili, le foglie piccole, verde chiaro, che diventano gialle in autunno; la corteccia, liscia e sottile, con l’età diventa bianca, sviluppando caratteristiche striature nere nei punti in cui si desquama.

Tronco di una betulla in natura

I fiori sono lunghe infiorescenze marrone-giallastro; i semi compaiono in autunno, sono gialli, contornati da una membrana marrone, che permette di farli spostare dal vento anche di molti metri.

Betulla bianca

Una varietà diffusa della betulla è la betula pendula, più comunemente definita betulla bianca, particolarmente diffusa in Piemonte e Lombardia. Raggiunge fino ai 20 m di altezza, sopportando valori di pH del suolo molto acidi. È un autentica varietà “jolly”, grazie alla sua capacità di adattarsi a terreni sia poveri di humus, sia a suoli dal ricco substrato organico.

Un esempio di betulla pendula (o bianca) in natura.

Betulla coltivazione

Esposizione

Pianta molto rustica e resistente, la sua collocazione ideale è in pieno sole. Non soffre o teme le gelate in inverno (sopporta fino a -20 °C), sopporta bene il caldo estivo.

Tipo di terreno

Si adatta bene a qualsiasi tipo di terreno, ma è bene evitare di svilupparla in suoli troppo calcarei e poco o mal drenati.

Messa a dimora

I periodi più adatti sono il tardo autunno e l’inizio della primavera, in particolar modo se la pianta è a radice nuda.

Tecnica culturale

Preparare una buca piuttosto larga e profonda circa 50 cm. È consigliato interrare, insieme alla pianta, anche un tutore robusto e di lunghe dimensioni. Ricordandosi che il colletto deve emergere impercettibilmente dal livello del suolo, ricoprire la composta e premere bene. Infine, si forma una conchetta attorno il tronco per poi successivamente irrigare abbondantemente.

Per quanto riguarda irrigazioni e concimazioni, le betulle non necessitano di particolari attenzioni: crescono bene spontaneamente, senza cure eccessive. Unico consiglio? Pacciamare bene la base quando gli inverni sono troppo rigidi o durante stagioni di notevole siccità.

Betulla malattie

Sono piante attaccate spesso dagli afidi e cocciniglie: rimuovere meccanicamente con batuffolo di cotone imbevuto di alcool o ricorrere, se avvenuta infestazione a larga scala, a insetticidi e antiparassitari sistemici.

Betulla benefici

Dalla corteccia alle gemme, passando per la linfa (e senza dimenticare le foglie), le betulle sono ben impiegate in erboristeria tramite infusi, decotti e alcuni estratti secchi.

Dalle foglie e dalla resina, si ricava un olio portentoso in campo erboristico e medico

La proprietà primaria è quella di essere d’aiuto per facilitare gli effetti diuretici e dimagranti, grazie alla presenza dei flavonoidi:

  • aiutano a ridurre la cellulite: tramite decotto, la betulla aumenta la diuresi, eliminando liquidi in eccesso tipici di questo indesiderato inestetismo cutaneo, agendo a livello soprattutto renale;
  • elimina in fretta il grasso in eccesso: grazie all’azione diuretica, è prettamente consigliata per persone in sovrappeso o che vogliono perdere massa velocemente;
  • sostituisce il colesterolo alto: riduce drasticamente il colesterolo “cattivo”, il LDL, per favorire l’incremento di quello “buono”, l’HDL.

Controindicazioni

Attenzione alle reazioni allergiche: individui allergici ai pollini possono soffrire l’utilizzo della linfa di questa pianta. Inoltre, è sconsigliato utilizzarla quando si assumono altri prodotti farmaceutici, per le proprietà diuretiche e antinfiammatorie simili; non consumarla in condizioni di gravidanza o allattamento.

Betulla | Coltivazione, proprietà e controindicazioni ultima modifica: 2018-01-12T11:41:51+02:00 da Faidate Ingiardino

2 Risposte

  1. Alessia

    Buongiorno,
    Sapete dirmi se c’è un modo per evitare che la betulla faccia i fiori tra fine giugno e agosto? Ogni estate è una agonia…..

     
    Rispondi
    • Faidate Ingiardino

      Buongiorno Alessia,

      Purtroppo non esiste un metodo specifico per impedire il processo naturale di sviluppo delle infiorescenze, se non quello radicale di tagliare l’albero. Può provare a potarla drasticamente e vedere come si comporta, in ogni caso si tratta di un intervento che mina l’equilibrio della pianta della pianta facendola soffrire parecchio.

      Cordiali saluti.

       
      Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

GRATIS

la rivista
multimediale

Leggila subito
e scarica il PDF

Un nuovo numero disponibile ogni due mesi.
Con costruzioni fai da te e idee per la tua voglia
di bricolage
e di giardinaggio