Il vecchio mastello ritorna a nuova vita cambiando funzione e diventando un’originale fioriera

Un vecchio mastello in ferro zincato ormai inservibile va buttato via? Forse, ma è anche possibile ripristinarlo parzialmente e trasformarlo in una fioriera di sapore antico.

Il fondo, che in genere è sforacchiato e corroso va eliminato tagliandolo via con la cesoia e rifinendo il taglio con la lima tonda.


Il fianco deve essere opportunamente ritoccato spianando eventuali ammaccature (battendo con un martello con testa di plastica su un legno tenero).

Con la spazzola metallica si asporta ogni traccia di ruggine.

Il fondo si realizza tagliando, da un foglio di multistrato da 25 mm, un ovale che si incastra alla base del mastello e si fissa con una serie di viti autofilettanti.

Infine si applica uno smalto (in due mani) di tipo “antichizzante” color bronzo che funge anche da antiruggine. Il multistrato si tratta con la stessa pittura.
Una lucidata con una mano di vernice poliuretanica conclude l’opera.

Pulire e pitturare

Il fondo, che in un vecchio mastello di ferro zincato risulta sempre essere in precarie condizioni, deve essere asportato integralmente. Con la lima (prima) e la spazzola di ferro (poi) rifiniamo il bordo tagliato.

Tutta la superficie va trattata energicamente con la spazzola metallica (eventualmente anche con quella rotativa montata sul trapano) per eliminare ogni traccia di ossido ed eventuali chiazze di sostanze varie che potrebbero interferire con la successiva smaltatura.

Dopo aver inserito il piano in multistrato dello spessore di 25 mm (opportunamente tagliato secondo la sagoma del fondo ed avvitato alla lamiera zincata) il mastello viene trattato con pittura antichizzante di colore bronzo. Per dare alla superficie una particolare lucentezza è possibile stendere un paio di mani di vernice poliuretanica trasparente di tipo lucido che funge anche da protettivo per lo smalto.

Il mastello prima dell’intervento

 

 

Fioriera nel vecchio mastello ultima modifica: 2018-12-27T16:40:22+02:00 da Laila de Carolis

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

GRATIS

la rivista multimediale

Leggila subito
e scarica il PDF

Un nuovo numero disponibile ogni due mesi.
Con costruzioni fai da te e idee per la tua voglia
di bricolage
e di giardinaggio