Quando l’impresa di rimuovere le foglie cadute su prato, strade e vialetti sembra davvero impossibile ecco venirci in aiuto l’aspirafoglie a batteria

Nell’ambito di un ampio giardino, soprattutto se sono presenti diverse specie di piante ad alto fusto, la caduta delle foglie è cosa di importanza rilevante. Le diversità fanno sì che il fenomeno si verifichi in modo distribuito nel corso della stagione, anche se ovviamente è in autunno che viene raggiunta la massima intensità.

La presenza di vialetti, stradine, ampi marciapiedi e magari di una piscina non fa altro che rendere praticamente obbligatorio rimuovere le foglie secche e i rametti che il vento spezza quando tira forte. Tutto questo lavoro può diventare quasi un gioco se si usano gli strumenti giusti. Ma quali? Un aspirafoglie a batteria Einhell, per esempio: in grado di aiutarci e perchè no, anche divertirci nel rimuovere il fogliame accumulato nei nostri ambienti esterni.

Aspirafoglie professionale

Un aspirafoglie professionale alimentato con due batterie al litio da 18 V è la scelta ottimale: nessun filo di ingombro, nessun motore a scoppio con miscela da preparare e costose manutenzioni periodiche; nei vialetti aspirafoglie a scoppioaspirafoglie elettrico nelle stradine si aziona in modalità soffiatore, così si coprono grandi superfici in poco tempo, ammucchiando le foglie dove ci fa comodo per portarle via oppure per fare il compostaggio.

Nelle zone dove è richiesta una maggiore attenzione, come sul marciapiede vicino a casa e attorno alla piscina, si usa in modalità aspiratore e foglie e detriti vengano raccolti direttamente nell’ampio sacco, da svuotare al termine nel punto di raccolta.

Come montare l’aspirafoglie

Il montaggio della macchina inizia applicando i condotti di aspirazione e soffiaggio divisi in due segmenti; si avvitano nelle sedi.

All’estremità dei condotti si monta un collare che tiene in posizione i tubi e dà supporto alle ruote.

L’impugnatura principale si innesta nella sua slitta sul dorso della macchina e si fissa con una vite.

L’impugnatura secondaria, che rimane orientabile a seconda della posizione di lavoro e dell’altezza dell’utilizzatore, si applica in uno snodo a scatti e si fissa con una vite con manopola per regolazioni rapide.

Il contenitore di raccolta ha un attacco rigido di plastica, a sezione rettangolare, che si innesta a scatto nel raccordo della macchina.

Per allentare la fatica del reggere la macchina durante le lunghe sessioni di lavoro e quando il sacco di raccolta si fa pieno, è prevista una tracolla che si aggancia negli appositi attacchi di metallo.

L’accoppiamento di due batterie al litio è necessario per garantire il rapporto potenza/autonomia disponibile, in modo da portare a termine il lavoro più rapidamente e senza continue ricariche.

Le batterie hanno sedi affiancate nella parte bassa e posteriore del corpo macchina: in questo modo si è ottenuto un ottimo bilanciamento dell’insieme che facilita il direzionamento durante l’uso, sia nel soffiaggio per convogliare le foglie in un unico punto, sia nell’aspirazione, quando si tengono le ruote appoggiate a terra.

Di lato al corpo macchina c’è la rotella per regolare a piacere la potenza di soffiaggio e aspirazione.

Il cambio di funzionamento aspirazione/soffiaggio si attua ruotando semplicemente una manopola.

Le ruote permettono di condurre la macchina in versione aspiratore con la distanza ideale dal suolo, senza fatica.

Aspirafoglie a batteria Einhell | Struttura e montaggio ultima modifica: 2017-12-22T15:20:34+00:00 da Faidate Ingiardino

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.