Originaria del Mediterraneo e delle Isole dell’Atlantico, la Cytisus è un arbusto fiorito, deciduo e sempreverde

Conosciuta anche come citiso o ginestra dei carbonai, la cytisus è una pianta rustica, a crescita rapida, anche se di solito non longeva. Appartenente alla famiglia delle Papilionaceae, è particolarmente adatta a bordure di arbusti e giardini rocciosi.

La pianta

Le sue varietà hanno tutte foglie semplici o composte e getti terminali di graziosi fiori irregolari, che fioriscono in abbondanza da inizio primavera all’estate, secondo la varietà e il clima.


La ginestra dei carbonai è considerata per molti aspetti una infestante.

La cytisus scoparius in alcune zone è riconosciuta come infestante. Raggiunge i 2 m di altezza, con portamento ramificato e arcuato, e produce fiori singoli gialli o fiori ascellari doppi. Fiorisce fra maggio e giugno, quando si ricoprono le profumate infiorescenze. La cytisus multiflorus invece può crescere fino a 3 m, e in primavera produce fiori ascellari simili al bianco.

Coltivazione

Esposizione

Sono piante resistenti: possiamo esporle sia a pieno sole sia in mezz’ombra. Unica attenzione essenziale? Ripariamole dai venti freddi.

Tipo di terreno

Incoraggiamo la crescita robusta sistemando le piantine in un terreno da giardino ben drenato e acido.

Irrigazione

Annaffiamo regolarmente dalla primavera all’estate. Utilizziamo dell’acqua piovana o distillata: il calcare può far indebolire e impallidire le foglie.

Concimazione

Dopo aver aggiunto del fertilizzante bilanciato alle buche di impianto, incoraggiamo la crescita robusta concimando l’area radicale con farina di ossa, sangue e pesce in primavera e poi di nuovo in estate. Se il nostro terreno è gessoso e le nostre varietà coltivate iniziano a soffrire per la carenza di ferro, aiutiamole applicando del fertilizzante che acidifica il suolo.

Propagazione

Possiamo propagarle da seme piantato in primavera o in autunno in serra calda, o da talee semi-mature da metà a tarda estate.

Malattie e cura

Quando queste piante tendono a lignificare e fioriscono di meno, dopo dieci anni o più, non possono più essere rinvigorite con le potature: è quindi meglio piantare degli esemplari nuovi. Occasionalmente, in estate, le gemme delle foglie crescono direttamente sul fusto, e sono coperte di una peluria argentea. Questo dipende da risposte alle punture di afidi: possiamo rimuoverli con antiparassitari sistemici oppure tagliando gli esemplari malati per rimpiazzarli con altri sani.

Cytisus | La ginestra dei carbonai: ecco come coltivarla ultima modifica: 2018-02-02T16:26:21+01:00 da Faidate Ingiardino

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

GRATIS

la rivista
multimediale

Leggila subito
e scarica il PDF

Un nuovo numero disponibile ogni due mesi.
Con costruzioni fai da te e idee per la tua voglia
di bricolage
e di giardinaggio