Una spalliera autocostruita in legno e lastre di plexiglas piuttosto spesse per coltivare un piccolo orto verticale fai da te senza occupare spazio a terra e senza chinarsi; c’è pure il sistema di drenaggio

Realizzare un orto verticale fai da te può essere estremamente utile per risolvere problemi di spazio, per costruirlo si necessita di alcuni pannelli di plexiglas da 1200x350x7 mm e di OSB da 15 mm; i travetti impregnati di sostegno e si costruiscono tre casse abbastanza capienti da coltivare peperoni, porri, zucchini, piselli, fragole e peperoncino, seppur in quantità modeste.

Per evitare il contatto diretto con la terra si riveste l’interno delle casse con un robusto telo di nylon; attraverso le pareti laterali di ciascuna cassa si inseriscono spezzoni di canalina elettrica tubolare in cui si praticano diversi fori con una punta da trapano. Conferita ai tubi la pendenza necessaria a far scorrere l’acqua di innaffiatura, li si collega con raccordi curvi e tratti verticali in modo da formare un canale continuo a forma di S che scarica l’eccesso di acqua a terra. I tratti rettilinei di canalina verranno rivestiti con tessuto-non-tessuto per evitare l’ingresso della terra attraverso i fori e possibili occlusioni; li si ricopre, poi, prima con uno strato di argilla espansa e poi con terriccio per piante da orto.

Costruzione dei contenitori dell’orto verticale fai da te

Tempo richiesto: 4 ore.

  1. Ancorare al muro i travetti

    I travetti in abete da 2000x70x70 mm si ancorano al muro tramite staffe; i reggimensola vengono posti a 400, 950 e 1450 mm da terra.

  2. Tagliare le lastra di plexiglas

    Con il taglio longitudinale delle lastre di plexiglas si ottengono due strisce, da 150 mm (base) e da 200 mm (retro).

  3. Incollare le lastre perpendicolarmente

    Per incollare le due lastre esattamente perpendicolari sono molto utili i morsetti angolari di Wolfcraft.

  4. Fissare il frontale e le chiusure laterali

    Il frontale e le chiusure laterali sono in OSB da 15 mm, incollate e stabilizzate con viti dopo aver preforato il plexiglas.

  5. Rivestire con teli di nylon

    L’interno viene rivestito con teli di nylon bloccati con graffette.

  6. Forare la canalina in più punti

    La canalina forata in più punti e rivestita in TNT scarica l’acqua all’esterno ed evita ristagni.

Ferramenta tenace per l’ancoraggio

Alle estremità dei travetti si avvitano staffe a U in acciaio zincato con ali laterali per il fissaggio a parete tramite tasselli. Se non si trovano calibrate per la sezione del palo, esistono anche in due parti separate (destra e sinistra) per utilizzo universale a partire da uno spessore di 50 mm del lato frontale.

Nell’orto verticale fai da te le casse sono a sbalzo: con il peso della terra e delle piante in fase di maturazione degli ortaggi i travetti potrebbero flettere in avanti nella parte centrale. Meglio rinforzare la struttura con un paio di staffe angolari.


Progetto di Matteo Franchi.

Orto verticale fai da te | Come costruirlo ultima modifica: 2021-03-26T10:43:50+01:00 da Faidate Ingiardino

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

No, ma dove si trova? 😃

Hai già guardato l'ultimo numero di FAI DA TE?

È GRATIS! 😱 Vai su: FAIDATE FACILE