La hoya è un genere ampiamente diffuso in Cina e Australia: sono belle piante succulente e rampicanti

Quasi tutte le 200 varietà di Hoya, ampiamente diffuse dalla Cina all’India, passando per Malesia e Australia, sono “classificabili” come rampicanti. Sono piante succulente, che richiedono un apporto maggiore d’acqua per il loro sviluppo, appartenenti alla famiglia delle Asclepiadaceae.

Hoya pianta

Pianta dal fusto carnoso, ha foglie anch’esse carnose, coriacee, a volte lucide e grappoli di fragranti fiori stellati, noti come anche fiori di cera, bianchi color crema o gialli, rosa o rossi, che fioriscono dalla primavera all’estate. Sono conosciute e coltivate maggiormente due varietà: la hoya carnosa e la hoya australis.


La h.carnosa è nativa della Cina e dell’India. È una varietà volubile, con spesse foglie carnose, lunghe 9 cm e fitti grappoli di fiori da bianco a rosa chiaro con il centro rosso rosato, che restano belli a lungo. Alcune forme hanno foglie variegate.

La h.carnosa ha bellissimi fiori rosa e cerosi che sembrano artificiali.

La h.australis, dal Queensland e dalle Isole Fiji, ha fusti snelli e sinuosi e foglie appaiate, spesse, lucide, ovali, verde scuro, lunghe 5-8 cm. I suoi fiori sono piccoli, bianchi con il centro rosso.

La h.australis, come suggerito dal nome, è originaria dell’Australia e delle Isole Fiji.

Coltivazione

Esposizione

Nei climi soggetti a gelate si coltivano in serre o verande calde, ad eccezione della h.carnosa, che preferisce condizioni più fresche. Esponiamole in una zona molto illuminata, ma al riparo dai raggi solari.

Tipo di terreno

Piantiamole in vasi con composta da vaso a base di terra, possibilmente arricchita con corteccia frantumata e terriccio di foglie.

Irrigazione

Annaffiamole regolarmente dalla primavera all’estate, controllando che il terreno sia costantemente umido: essendo succulente, necessitano di maggiori apporti d’acqua rispetto ad altri generi. In autunno e inverno riduciamo le annaffiature.

Concimazione

Applichiamo, ogni 3/4 settimane, dalla primavera e per tutta l’estate, un buon fertilizzante sciolto nell’acqua di irrigazione contenente azoto, fosforo e potassio in parti uguali.

Potatura

Le varietà rampicanti vanno sostenute e quindi possono essere potate leggermente dopo la fioritura (inizio estate).

Propagazione

Si propagano ottimamente per talee semi-mature in estate, fatte radicare in un propagatore riscaldato, o per margotta in primavera.

Malattie e cure

Nonostante siano piuttosto resistenti, spesso possono essere attaccate dalle cocciniglie cotonose: rimuoviamole meccanicamente tramite batuffolo di cotone imbevuto d’alcol, oppure tramite insetticidi sistemici.

Hoya | “I fiori di cera” e aspetti generali ultima modifica: 2018-01-29T08:45:45+01:00 da Faidate Ingiardino

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

GRATIS

la rivista
multimediale

Leggila subito
e scarica il PDF

Un nuovo numero disponibile ogni due mesi.
Con costruzioni fai da te e idee per la tua voglia
di bricolage
e di giardinaggio