Il Saguaro è una pianta grassa dall’aspetto molto originale e dai fiori “notturni”; è il cactus entrato nell’immaginario collettivo grazie ai film western

Il Saguaro, anche detto Carnegiea gigantea (o più comunemente Cactus del deserto o Big cactus), fa parte della famiglia delle Cactaceae. È un cactus colonnare a crescita molto lenta. Nella parte superiore sviluppa ramificazioni che puntano verso l’alto e il fusto è caratterizzato dalle 12 alle 24 costole spinose. Produce fiori imbutiformi bianchi e carnosi che sbocciano di notte nel periodo a cavallo tra aprile e giugno. Si pensi che questi fiori sono talmente grandi che vengono impollinati, oltre che dagli insetti, anche da pipistrelli e da piccoli uccelli.

Il Saguaro è una pianta centenaria, può infatti arrivare a vivere sino a 300 anni. Il ciclo di vita è si molto lungo, ma anche molto lento; infatti sono necessari almeno 40 anni per assistere alla prima fioritura, che avviene solo sulle piante che hanno superato i 4 metri di altezza. Può raggiungere altezze sino ai 12-15 metri.


Questo cactus gigante è originario dell’area americana che si trova a cavallo tra Arizona e Messico. E proprio in Arizona si trova il Parco nazionale dei Saguaro, il Saguaro Park.

saguaro

Particole dei fiori

Coltivazione

Come già anticipato il cactus Saguaro è caratterizzato da una crescita molto lenta. La coltivazione non è particolarmente complicata; di seguito alcuni consigli per prendersene cura. Essendo una pianta originaria del deserto può essere coltivata in Italia solo a determinate condizioni: per esempio in ambienti molto soleggiati, con caldo asciutto e temperature mai inferiori ai 5 gradi.

Moltiplicazione

Normalmente la moltiplicazione avviene con la semina. Sono necessari dai 7 ai 15 giorni affinché i semi inizino a germogliare.

Terreno

Predilige terreni fertili e ben drenati. Ottimo un mix di torba o una composta base per cactus.

Esposizione

La pianta deve essere esposta in pieno sole. Non posizionare in zone all’ombra affinché il cactus cresca forte e sano. La pianta non sopporta le basse temperature, per questo è necessario tenerla sempre al di sopra dei 5 gradi.

Irrigazione

Prima di innaffiare il cactus assicurarsi che il terreno sottostante sia ben asciutto. Innaffiare solo in autunno e primavera, in quanto nel resto dell’anno la pianta entra nella sua fase dormiente.

saguaro

Dettagli delle costole spinose

Concimazione

Si consiglia l’utilizzo di un concime ricco di microelementi e povero di azoto. Concimare una sola volta nell’arco dell’anno. Di norma all’inizio della fase attiva in primavera.

In vaso

Essendo una pianta con crescita molto lenta è possibile rinvasare anche ogni 2 o 3 anni.

Cactus Saguaro prezzo

I prezzi per i semi di questo cactus variano a seconda delle quantità. Una bustina da 10 semi può costare attorno ai 5 euro. Una pianta piccola costa diverse decine di euro, mentre una pianta grande può arrivare a costare diverse centinaia di euro.

Saguaro, la pianta del vecchio West | Coltivazione e prezzi ultima modifica: 2019-01-15T09:41:34+02:00 da Faidate Ingiardino

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

GRATIS

la rivista
multimediale

Leggila subito
e scarica il PDF

Un nuovo numero disponibile ogni due mesi.
Con costruzioni fai da te e idee per la tua voglia
di bricolage
e di giardinaggio