Ha frutti rossi simili a ciliegie, ma all’interno sono come piccoli mandarini ricchi di vitamina C: è l’Acerola la pianta esotica originaria dell’America

L’Acerola (nome scientifico Malpighia Glabra) è una sempreverde appartenente alla famiglia delle Rosaceae. È una pianta esotica originaria di America centrale e meridionale. Può raggiungere i 3 metri di altezza e si presenta con una fitta chioma ricca di rami. Questi sono rivestiti da una leggera peluria e sono di colore verde quando sono più giovani; con il passare del tempo assumono un colorito marrone. Le foglie sono coriacee e verdi di forma ovale e allungata, mentre i fiori, che si presentano a grappolo, sono di colore rosa con stami gialli.

I frutti dell’Acerola, conosciuti anche come “Ciliegie delle Barbados” o “Ciliegie delle Indie Occidentali” hanno la parte interna simile al mandarino con spicchi succosi e ricchi di vitamina C. Vengono raccolti quando sono ancora acerbi, in quanto hanno una maggior concentrazione di vitamina C, che tende a degradarsi con la maturazione. Il succo di Acerola, che si ricava da questo frutto esotico, è ricco di vitamine e dissetante.


acerola

Dettaglio del fiore

Coltivazione

Moltiplicazione

L’Acerola si moltiplica per seme; nelle zone più aride la semina deve avvenire nel periodo autunnale, nelle zone più umide può avvenire tutto l’anno.

Terreno

È da preferire un terreno ricco di sostanze organiche, leggermente acido e ben drenato; si consiglia perciò di aggiungere della sabbia.

Esposizione

Predilige le zone luminose e soleggiate. Inoltre non teme le temperature fredde.

Irrigazione

Si consiglia di innaffiare costantemente durante i periodi più siccitosi. Di norma si accontenta dell’acqua piovana.

acerolaConcimazione

Periodicamente è bene concimare l’Acerola con un concime a lento rilascio, ricco di azoto, fosforo e potassio. Una volta all’anno disporre dello stallatico ben maturo alla base della pianta.

Potatura

È necessario potare ogni anno per dare forma e armoniosità alla chioma dell’albero. Vanno rimossi i rami secchi, quelli troppo lunghi e i rami all’interno della chioma.

acerola

Primo piano del frutto, molto simile alla ciliegia, ma con la superficie meno liscia

Malattie e Parassiti

L’Acerola può soffrire di mal bianco e oidio quando si trova in un ambiente troppo umido. Un altro nemico di questa pianta è il Nematode (Phylum Nematoda), un verme che attacca le radici.

Acerola, la Ciliegia delle Barbados | Cura e coltivazione ultima modifica: 2019-01-23T10:22:11+01:00 da Faidate Ingiardino

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

GRATIS

la rivista
multimediale

Leggila subito
e scarica il PDF

Un nuovo numero disponibile ogni due mesi.
Con costruzioni fai da te e idee per la tua voglia
di bricolage
e di giardinaggio