La Melia azedarach è un albero ornamentale resistente allo smog, ideale per i parchi cittadini

La Melia azedarach, anche detta “albero dei rosari”, è una pianta appartenente alla famiglia delle Meliaceae. È originaria dell’Asia, precisamente di Malesia e India.

Si presenta con un tronco eretto che può raggiungere un’altezza di 10 m ed è ricoperto da una corteccia di colore rosso (quando la pianta è giovane) o grigiastro (con il passare degli anni). I rami hanno uno spessore modesto e sono ricoperti da una leggera peluria.

Le foglie sono verdi e lanceolate con margine dentellato e formano un’ampia chioma rotonda; inoltre hanno un cattivo odore che funge da repellente naturale per insetti e parassiti.  Al contrario i fiori sono molto profumati formati da una corolla con cinque petali di colore viola o lilla. Sbocciano da fine aprile a metà giugno.

melia fiori

I frutti sono piccole bacche rotonde e lisce, di colore giallo-verde; quando maturano diventano arancio-biancastre e grinzose. È bene fare attenzione e non cibarsene in quanto sono tossiche.

Slide thumbnail

La migliore vetrina del mondo
di bricolage e giardinaggio.
Approfondisci, riscontra
e acquista

almanacco far da seScopri le guideScopri le guide
Slide thumbnail
Scopri i prodottiScopri i prodotti

La migliore vetrina del mondo
di bricolage e giardinaggio.
Approfondisci, riscontra
e acquista

rasaerba black & deckermotosega einhell
Slide thumbnail
Scopri le aziendeScopri le aziende

La migliore vetrina del mondo
di bricolage e giardinaggio.
Approfondisci, riscontra
e acquista


albero del rosario

Questo albero è spesso coltivato come pianta ornamentale per giardini e parchi cittadini in virtù della bella chioma e della resistenza allo smog.

Coltivazione

Moltiplicazione

L’albero del rosario si propaga per semina e tramite polloni. La semina si effettua in primavera disponendo le semenze in un cassone protetto. Solo quando le piante sono cresciute è possibile procedere con la messa a dimora.

Sempre in primavera si effettua la propagazione per polloni, prelevandoli e mettendoli a radicare in un miscuglio di sabbia e torba. Una volta che le piante hanno sviluppato le radici si procede con la messa a dimora.

Terreno

Cresce bene in tutti i tipi di suolo, purché sia ben drenato e basico. Non sopporta i terreni aridi.

Esposizione 

Ama gli ambienti soleggiati e i climi miti, ma sopporta bene anche il freddo sino alla temperatura di -10°C.  Resiste anche al vento e alle correnti d’aria.

Irrigazione 

Si consiglia di effettuare irrigazioni regolari, soprattutto nei periodi estivi più siccitosi.  Al contrario è bene interrompere le annaffiature durante le stagioni fredde.

Concimazione

Non necessita di particolari concimazioni, a esclusione dei primi anni di vita durante i quali è bene somministrare concime specifico per piante verdi.

Potatura

Va potata al fine di mantenere una forma armoniosa della chioma. Inoltre è bene eliminare i rami secchi e malati.

melia albero

Malattie e parassiti

La Melia azedarach teme i marciumi radicali, per questo motivo è bene evitare i ristagni idrici e garantire un terreno ben drenato.

Questa pianta emana un odore sgradito agli insetti; per questo motivo non viene attaccata dai parassiti

Melia azedarach | Come coltivare l’albero dei rosari ultima modifica: 2019-05-08T08:35:55+02:00 da Faidate Ingiardino

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

No, ma dove si trova? 😃

Hai già guardato l'ultimo numero di FAI DA TE?

È GRATIS! 😱 Vai su: FAIDATE FACILE