Il noce nero è un albero che produce frutti commestibili; è originario dell’America del Nord Est e può vivere per più di 100 anni

Il noce nero o americano (nome scientifico Juglans nigra) è un albero da frutto del genere Dicotyledones e appartiene alla famiglia delle Juglandaceae. È originario dell’America nord orientale ed è caratterizzato da una crescita abbastanza rapida; nella terra natia supera i 40 m di altezza, mentre in Italia può tuttalpiù raggiungere i 20 o 25 m.

Può essere coltivato per i frutti commestibili; di norma raggiunge la massima produttività attorno ai 30 anni d’età e continua a produrre le noci ancora per 100 anni circa. Il legno è simile a quello del noce nostrano, ma è meno pregiato.


Talvolta il noce nero americano, essendo un bell’albero maestoso, viene coltivato come pianta ornamentale lungo i viali o in parchi e giardini.

Juglans nigra

Caratteristiche del noce nero americano

Si presenta con un tronco dritto e robusto da una corteccia scura con solcature di forma romboidale. Ha radici fittonanti molto resistenti e profonde che permettono alla pianta di resistere anche in terreni aridi.

Dai rami si sviluppano le foglie composte e alternate di colore verde chiaro queste formano  una chioma espansa a forma di uovo. Ha fiori maschili e femminili i primi sono penduli i secondi sono Spighe che crescono nella parte terminale dei rami. Fioriscono ad aprile a giugno.

I frutti sono drupe con mallo esterno rugoso e un frutto commestibile interno, legnoso e scuro. La noce nera americana è commestibile e non va confuso con la noce Pecan, anch’essa originaria dell’America del nord. L’estratto di noce nera ha proprietà terapeutiche benefiche; è uno stimolante del metabolismo, un antiossidante, un antisettico e un antibatterico.

noce nera americana

Coltivazione

Moltiplicazione

La propagazione del noce americano avviene per seme in autunno-inverno; di norma in forma spontanea a seguito della caduta dei frutti dovuta ad agenti atmosferici o all’azione degli animali.

Terreno

Predilige terreni neutri, umidi e soprattutto ben drenati. Meglio ancora se si tratta di suoli fertili, mentre cresce più lentamente nei terreni aridi, nei quali riesce comunque a sopravvivere.

Esposizione

Il clima ideale è quello tipico dell’America settentrionale, con inverni freddi, estati calde, primavere e autunni miti. Ama le posizioni riparate.

Irrigazione e concimazione

Non necessita di irrigazioni o concimazioni, se non nella fase di impianto e nei primi anni di vita.

Potatura

Non è necessario potare il noce americano se è coltivato a scopo ornamentale, mentre se l’obiettivo è la produzione del legno è necessario intervenire.

Malattie e parassiti

Il noce americano teme le malattie fungine delle radici, per questo è bene garantire sempre un substrato drenante. Può subire anche l’attacco da parte di parassiti come il lepidottero defogliatore e gli afidi.

Noce nero americano | Caratteristiche e coltivazione ultima modifica: 2019-06-21T10:22:31+02:00 da Faidate Ingiardino

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

GRATIS

la rivista
multimediale

Leggila subito
e scarica il PDF

Un nuovo numero disponibile ogni due mesi.
Con costruzioni fai da te e idee per la tua voglia
di bricolage
e di giardinaggio