L’Oziorrinco è un insetto parassita che si nutre delle foglie di piante ornamentali e da frutto

Con il termine Oziorrinco (nome scientifico Otiorhynchus) si indica una classe di coleotteri della famiglia dei Curculionidi. Si tratta di un insetto parassita solito attaccare piante da frutto e ornamentali. È presente soprattutto nell’Italia centro-meridionale.

Caratteristiche

L’Oziorrinco ha sei zampe sottili, il corpo sferico coperto da corazza e il capo allungato dal quale si sviluppano due antenne lunghe e sottili. È lungo all’incirca 1 cm, di colore scuro, di norma nero o marrone e la superficie può essere rugosa e a puntini.


Otiorhynchus

Vive in cunicoli sotterranei dai quali fuoriesce dopo il tramonto e inizia la sua risalita sui tronchi delle piante per raggiungere le foglie più giovani e tenere per cibarsene.

I periodi in cui danneggia le piante vanno da maggio a fine giugno e da settembre sino all’inizio del freddo più intenso.

È particolarmente pericoloso per l’olivo: in una sola notte danneggia numerose foglie compromettendo la capacità di fotosintesi della pianta, la formazione della chioma e provocando anche un danno estetico.

Si riproduce deponendo uova alla base delle piante colpite; da queste si sviluppano le larve, carnose, lunghe circa 1 cm, di colore bianco e con la testa giallastra-rossiccia. Vivono sottoterra e si nutrono attaccando le radici della pianta.

Otiorhynchus

Come combatterlo

La lotta all’Oziorrinco si può effettuare con l’ausilio di antiparassitari specifici o apposite esche con insetticida che vanno interrate nel suolo sottostante la pianta.

In virtù del fatto che questo coleottero attacca molte piante da frutto si consiglia di non utilizzare antiparassitari chimici, ma impiegare piuttosto rimedi non invasivi. Un esempio è la rimozione manuale che si effettua di notte stendendo dei teli sotto la pianta, scrollando i rami ed eliminando i corpi caduti. Un altro metodo è quello di porre alla base del tronco alcune trappole realizzate con tavolette di legno o fogli di cartone cosparsi di un collante naturale al quale gli insetti rimarranno attaccati.

In alternativa si possono utilizzare insetticidi biologici.

Leggi anche l’articolo sulla Processionaria.

 

Oziorrinco, coleottero parassita | Come combatterlo ultima modifica: 2019-05-20T11:11:05+02:00 da Faidate Ingiardino

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

GRATIS

la rivista
multimediale

Leggila subito
e scarica il PDF

Un nuovo numero disponibile ogni due mesi.
Con costruzioni fai da te e idee per la tua voglia
di bricolage
e di giardinaggio