Le piante rampicanti a fioritura estiva sono la soluzione ideale per abbellire verande, pergolati, terrazzi e giardini. Queste specie amano crescere in altezza, avvolgendo pali, pergole e steccati con i loro rami sinuosi.
Di seguito 12 rampicanti estive, suddivise per colore, da coltivare nel vostro giardino o sul balcone.

Con l’arrivo della bella stagione c’è molta più voglia di godersi gli spazi aperti delle nostre case. Terrazzi, balconi, giardini e verande diventano, infatti, il centro nevralgico delle attività familiari, nonché luogo di socializzazione e incontro con amici e parenti. Piante e fiori sono, in quest’ottica, in grado di regalarci ambientazioni suggestive ricche di colori e profumi. Tra le migliaia di varietà e specie di piante, le rampicanti estive sono in grado di abbellire queste zone, creando ambientazioni suggestive e facendoci godere appieno dei nostri spazi aperti. La maggior parte di queste rampicanti è facile da coltivare e regala fiori stupendi e profumatissimi quindi perché non sceglierne una da seminare in giardino?

Fiori color giallo

Allamanda Cathartica

Allamanda Cathartica, rampicante sempreverde a crescita rapida. Fiorisce in estate-autunno.

Rampicante originario dell’Amazzonia, appartiene alla famiglia delle Apocynaceae (di cui fa parte anche la famosa Plumeria). La varietà cathartica ha foglie ovali allungate, lucide e spesse, con sfumature verde brillante. È nel periodo estivo che produce abbondanti fiori gialli, dalla classica forma a imbuto, mentre in Amazzonia può fiorire tutto l’anno. Belli anche i frutti, spinosi come l’involucro della castagna. Questo rampicante predilige un’esposizione a tutto sole e temperature miti. Apprezza i terreni umidi, quindi è importante innaffiarla frequentemente, soprattutto nei periodi di grande siccità. Può essere anche coltivata in vaso, ma in terra fiorirà con maggiore abbondanza.


Thladiantha dubia

Thladiantha Dubia. Rampicante perenne.

Si tratta di un rampicante ornamentale molto rustico, originario della Cina, che cresce anche spontaneamente. Appartiene alla famiglia delle Cucurbitacee e si caratterizza per un folto fogliame verde e piccoli fiori a forma di campanella color giallo intenso, ma non particolarmente profumati. Ha una crescita molto rapida, tanto da essere classificata come infestante in alcuni paesi del nord America. Coltivarla, dunque, risulta abbastanza semplice, sia in vaso sia in terra, basterà tenerla irrigata con costanza, riparata dal freddo invernale e ben esposta al sole. Evitate di potarla, ma assecondate la crescita dei rami indirizzandoli.

Fiori arancioni

Bomarea caldasii

Bomarea caldasii

Si tratta di una pianta decisamente scenografica, originaria dei paesi tropicali. Il rampicante è formato da una liana che si sviluppa in altezza anche per quattro metri, producendo spettacolari grappoli (detti ombrella) di fiori cadenti di color arancio. I fiore sbocciano prevalentemente da primavera all’autunno. É una pianta molto difficile da coltivare nel nostro paese, perché ama i climi caldo-umidi e non sopravvive alle basse temperature. Può invece essere coltivata in serra, dove si può ricreare un ambiente ideale. Le foglie sono semplici, strette e lunghe e arricchiscono la bellezza di questa specie. Il terreno ideale per farla crescere è molto fertile e umido, occorre dunque tenerla costantemente bagnata, verificando l’umidità del terreno.

Mutisia decurrens (Gazania rampicante)

Mutisia Decurrens rampicante sempreverde perenne fiorisce in estate fiori rossi o arancio. Attecchisce con difficoltà, ma ne vale la pena!

Si tratta di una pianta originaria del Sud Africa che nasce come erbacea ma esiste nella variante rampicante, molto longeva e facile da coltivare. É conosciuta soprattutto per i suoi fiori colorati, simili a margherite, nei toni dell’arancio, del giallo e del rosa. Per questo nella sua variante erbacea vien coltivata per ottenere fiori recisi. La Gazania rampicante apprezza il caldo secco e l’aria di mare, quindi può essere coltivato con successo nelle zone costiere.

Senecio confusus

Senecio Confusus

Anche conosciuta come margherita rampicante, il Senecio è una pianta originaria del Messico e dell’America centrale che ricorda, nella fattezza, una vite. Ha una crescita rapida e può raggiungere anche i 5 metri di altezza. I suoi fiori arancio, simili alle margherite, arricchiscono la pianta da aprile a settembre, ma se il clima lo permette può fiorire anche in autunno e inverno. Si coltiva bene nelle zone miti del nostro paese (teme però le gelate) in terreni umidi e a tutto sole. In vaso necessità di abbondanti innaffiature, mentre in terra sopporta bene anche brevi periodi di siccità.

Fiori rossi

Tropaeolum speciosum

Tropaeolum speciosum in estate produce fiori scarlatti seguiti da frutti bluastri avvolti da un calice rosso scuro.

Questo rampicante erbaceo è conosciuto anche come Tropeolo o Cappuccina e appartiene alla famiglia delle Tropaeolaceae, originarie del Sudamerica. Si sviluppa in altezza da un tubero ma non raggiunge mai altezze eccessive (massimo tre metri). Ha foglie tondeggianti, lisce e verde brillante e piccoli fiorellini rossi a forma di campanella allungata, che sbocciano numerosi in estate. Dopo la fioritura produce anche delle belle bacche blu, molto particolari. É preferibile piantarla (anche in vaso) in zone a mezz’ombra, luoghi freschi ma con terreni ben drenati. Non necessita di particolari attenzioni se non concimatura prima del periodo di fioritura.

Gelsomino rosso

Ipomea Quamoclit

Ipomea Quamoclit, il gelsomino rosso. Produce esili fiori arancio o scarlatti in estate-autunno.

Meglio conosciuto come Ipomea quamoclit è uno splendido esemplare di rampicante estivo. Le sue foglie sono inusuali, filiformi simili a quelle delle felci, con piccoli fiori a forma di stella a cinque punte rosso scarlatto e molto profumati. Anche questa pianta è originaria dell’America centrale quindi predilige climi caldi e umidi. Non va esposta a tutto sole, ma in zone a mezz’ombra e preferibilmente a sud. Raggiunge dimensioni notevoli, ma necessita di tempo per crescere. Fiorisce in primavera ed estate e vuole un terreno ben drenato e fertile.

Tonalità del rosa

Lathyrus grandiflours

Lathyrus Grandiflours

É la più nostrana delle rampicanti estive, visto che è originaria dell’Europa meridionale. Non raggiunge altezze eccessive, massimo 2 metri, ed è un rampicante perenne con fogliame raggruppato in piccole foglie minori ovali. I fiori, dalle varie tonalità di rosa, hanno una corolla papilionacea e grandi petali ondulati. Sono molto utilizzati come fiori recisi e sbocciano da maggio a luglio. Il Lathyrus ama l’esposizione al sole e i terreni ben drenati, non necessità di particolari attenzioni se non la potatura dei rami bassi a fine ottobre, novembre.

Lathyrus odoratus

Lathyrus odoratus

Anche conosciuto come Pisello odoroso, il Lathyrus odoratus è una variante tutta italiana, molto apprezzata per la sua bellezza e per il profumo intenso (dall’aroma di miele) che i suoi fiori regalano. Essendo un’erbacea annuale è abbastanza rustica, quindi non necessita di particolari cure ma soprattutto non teme le basse temperature (attenzione però alle gelate). Per avere fioriture rigogliose (a partire da aprile/ maggio) è consigliato seminare i piselli odorosi a inizio autunno, preferibilmente in ottobre. Annaffiare con costanza soprattutto nei periodi di grande caldo.

Fiori bianchi

Wisteria floribunda

Wisteria floribunda, glicine bianco, fiorisce a inizio estate

Il Glicine, questo il suo nome volgare, è il rampicante estivo per eccellenza, scenografico e soprattutto molto profumato. I suoi fiori a grappolo bianchi, lilla, viola oppure blu sono l’emblema di questa pianta ideale per pergole e verande. La caratteristica principale della floribunda, specie di origini giapponesi, è la fioritura lunga fino a 40 centimetri, il doppio di un normale glicine. I fusti, tipicamente legnosi, possono raggiungere altezze vertiginose anche fino a 10 metri. La fioritura del glicine avviene all’inizio dell’estate. Si adatta a tutti i tipi di terreno e necessita di abbondanti innaffiature. É preferibile piantarla a sud e sopporta bene anche gli inverni rigidi.

Solanum laxum

Solanum laxum

Solanum laxum, il gelsomino di notte, fiorisce in estate-autunno.

Il gelsomino di notte è una pianta ornamentale sempreverde appartenente alla famiglia delle Solanaceae, originarie dell’America centrale. É un rampicante dal notevole sviluppo in altezza, con foglie ovali di color verde scuro e piccoli e profumatissimi fiori bianchi, che sbocciano in piccoli mazzi, tra maggio e settembre. Per una crescita ottimale è indicato piantare questo rampicante a tutto sole, in zone riparate dal freddo, anche se riesce a sopportare bene gli inverni rigidi. Necessita di abbondanti irrigazioni ma non ama il ristagno di acqua. Al termine della fioritura, in autunno, è consigliabile potare i suoi rami più lunghi.

Hoya australis

Hoya australis

Il nome stesso richiama le sue origini lontane, precisamente nelle isole del pacifico dove è un rampicante molto amato. Le sue fattezze sono decisamente esotiche, visto che le foglie sono carnose come quelle delle piante grasse e ampie, e i fiori sono bianchi e profumatissimi sembrano composti da due fiori uno dentro l’altro. Contrariamente a quanto si possa pensare è di facile coltivazione. Va esposta al sole ma gradisce anche zone ombreggiate, in zone dal clima mite (dove le temperature non scendano troppo allungo sotto lo zero). In primavera ed estate va annaffiata con costanza e le foglie vanno nebulizzate. Questo rampicante fiorisce da aprile a ottobre, non necessita di potature e può essere coltivato anche in vaso.

12 Rampicanti estive ultima modifica: 2018-07-26T10:48:09+02:00 da LD

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

GRATIS

la rivista
multimediale

Leggila subito
e scarica il PDF

Un nuovo numero disponibile ogni due mesi.
Con costruzioni fai da te e idee per la tua voglia
di bricolage
e di giardinaggio