La Carlina acaulis è una perenne spontanea dalle foglie spinose e con un bel fiore bianco; ricca di notevoli proprietà benefiche

La Carlina acaulis, anche detta Carlina bianca, è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Asteraceae. È originaria dell’Europa e in Italia cresce spontanea sulle Alpi e lungo gli Appennini.

Si presenta con un fusto di colore bruno, dal quale si sviluppano le foglie basali coriacee e spinose; queste sono disposte a rosetta e raggiungono una lunghezza di circa 20 cm. Al centro delle rosetta la pianta produce un bel fiore bianco con molti petali, che può raggiungere i 15 cm di diametro. I frutti invece sono acheni con appendici piumose. La pianta ha un robusto rizoma carnoso e commestibile, il cui gusto ricorda quello del cardo. Va comunque consumata con moderazione in quanto può provocare il vomito.


acaulis

La Carlina acaulis è chiamata anche “Erba di Carlo Magno” in quanto il re dei Franchi la impiegò come rimedio contro la peste che tormentava i suoi soldati. Inoltre in passato, durante le carestie, veniva utilizzata come alimento. Oggi se coltivata viene impiegata come ornamentale di giardini rocciosi o per ricoprire scarpate e luoghi simili. Inoltre è molto utilizzata nelle composizioni floreali in quanto il fiore, una volta seccato, rimane inalterato nel tempo.

Coltivazione

Si tratta di una pianta spontanea, per cui, in caso di coltivazione, non necessita di particolari attenzioni.

Moltiplicazione

Si propaga in primavera per seme o separando i rizomi, avendo cura di interrarli immediatamente dopo.

Terreno ed esposizione

Predilige terreni rocciosi, calcarei e ben drenati. Ama gli ambienti soleggiati e non teme il freddo.

acaulis

Irrigazione

Si accontenta dell’acqua piovana, ma si consiglia di annaffiare nei periodi particolarmente siccitosi.

Concimazione

Non necessita di concimazione

Malattie e parassiti

Non teme i parassiti, ma è bene fare attenzione ai marciumi radicali, che si possono scongiurare garantendo un buon drenaggio del terreno ed evitando i ristagni idrici.

acaulis

Carlina acaulis proprietà

Le radici della pianta possiedono molte proprietà benefiche, sono infatti cicatrizzanti e antibiotiche, inoltre hanno potere diuretico e sono indicate per depurare l’apparato urinario e il fegato. Infine questa pianta possiede anche proprietà stomachiche e diaforetiche.

Attenzione: un’assunzione in dosi elevate può provocare diarrea e vomito.

Carlina acaulis | Come coltivare l’Erba di Carlo Magno ultima modifica: 2019-03-06T10:43:22+02:00 da Faidate Ingiardino

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

GRATIS

la rivista multimediale

Leggila subito
e scarica il PDF

Un nuovo numero disponibile ogni due mesi.
Con costruzioni fai da te e idee per la tua voglia
di bricolage
e di giardinaggio