Diffuso in gran parte delle regioni temperate del mondo, il Sambuco comprende circa 20 varietà di arbusti e alberi prevalentemente decidui

Appartenente alla famiglia delle Caprifoliaceae, il Sambuco è un arbusto deciduo che sviluppa bei fiori bianchi e aromatici e bacche nero-porpora, utilizzate da secoli per preparare vino, marmellate e torte. I fiori inoltre attragono spesso le api, mentre i piccoli frutti sono molto graditi agli uccelli. I sambuchi con la loro crescita densa e la tendenza a formare polloni possono costituire un utile riparo alla vista e un apprezzabile schermo per il vento.

Sambuco pianta

Arbusto o piccolo albero deciduo, può raggiungere un’altezza di circa 10 m: ha una corteccia ruvida e sugherosa. Le sue foglie sono composte da cinque foglioline dentate, di colore verde intenso. Le infiorescenze bianco crema sono costituite da fiori intensamente profumati che appaiono in estate precedendo le bacche blu-nero prodotte in autunno.

I fiori di sambuco sono particolarmente belli quando spiccano sui giardini d’estate.

Il Sambucus nigra, conosciuto come Sambuco nero, è la varietà più comunemente apprezzata e coltivata: le sue cultivar “Albovariegata” ha foglie variegate e la “Aurea” le ha invece più dorate.

Coltivazione

Esposizione

La posizione soleggiata è la migliore, sebbene la pianta tolleri anche la mezz’ombra. Resiste comunque fino ai -15 °C.

Tipo di terreno

Il suolo deve essere sciolto, fertile, ben drenato ma umido; tuttavia questa pianta tollera un’ampia gamma di terreni, anche più gessosi.

Messa a dimora

Applichiamo semine primaverili oppure utilizziamo dei polloni radicati e separati dalla pianta madre, operazione che può essere effettuata in qualsiasi periodo dell’anno.

Irrigazione

I sambuchi preferiscono ricevere buona umidità attorno alle radici in tutte le stagioni, specialmente in quelle calde e nei periodi secchi in estate. Se la pioggia invece è regolare, la pianta adulta non ha bisogno di un grande e ulteriore apporto d’acqua.

Concimazione

Non necessita di particolari fertilizzazioni, ma è bene porre una pacciamatura con materia organica ben lavorata sul suolo a primavera.

Propagazione

Prendiamo le talee legnose in tarda estate oppure le cime in primavera e facciamole radicare in contenitori con terriccio sabbioso.

Malattie e cure

Non presenta particolari malattie o problemi.

Proprietà e usi

i fiori freschi sono impiegati per aromatizzare il vino e il liquore, così come per comporre marmellate e gelatine. Anche le bacche possono essere utilizzate per marmellate e gelatine: da esse si può estrarre un succo dal quale si ricava il vino. Attenzione: le bacche non vanno consumate crude!

Dalle bacche di questo arbusto si ottengono vini e marmellate.

Sambuco | I fiori, le bacche, gli utilizzi: ecco come coltivarlo ultima modifica: 2018-05-15T10:26:24+00:00 da Faidate Ingiardino

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.