L’Artemisia è una pianta dalle straordinarie proprietà, usata in fitoterapia come rimedio a numerosi problemi

Il nome scientifico è Artemisia Vulgaris, si tratta di una pianta arbustiva perenne della famiglia delle Asteraceae. Ha un fusto striato con molti rami è può raggiungere un’altezza che varia dai 50 ai 150 cm. Dal fusto si diramano foglie alterne dalla forma lanceolata e dentellata di colore verde nella parte superiore, mentre nella parte inferiore sono chiare.

I fiori sono di colore giallo, con sfumature di rosso, riuniti in una pannocchia piramidale fogliosa. Le radici sono legnose e oblique.

L’artemisia è originaria del continente europeo e da sempre è impiegata in fitoterapia per la cura di numerosi mali; si potrebbe classificare come una “pianta della salute“. Dell’artemisia vengono utilizzate le foglie, i fiori e le radici. Queste parti contengono infatti sostanze benefiche, quali: oli essenziali, flavonoidi e tannini.

L’Artemisia appartiene alla stessa famiglia dell’Assenzio (Artemisia Absinthium), anch’esso utilizzato in fitoterapia come rimedio ai disturbi dell’apparato digerente, ma anche come base per l’omonimo liquore.

Secondo alcuni il nome di questa pianta deriverebbe dalla dea greca della caccia “Artemide”; mentre secondo altri invece trarrebbe origine dal termine “aremes” ossia “in buona salute”, “sano”.

artemisia

Artemisia proprietà

Come già anticipato, questa pianta è un portento contro svariati malanni. I fiori per esempio contengono oli essenziali e flavonoidi che donano alla pianta proprietà antispasmodiche. Questi rendono i fiori utili nel trattamento degli spasmi muscolari, ma anche in caso di dolori mestruali e dismenorrea. Inoltre sono utili nella regolazione del flusso mestruale grazie alle proprietà emmenagoghe (ovvero in grado di favorire l’afflusso di sangue nelle zone pelviche a e nell’utero).

Gli olii essenziali sono inoltre utilissimi in caso di tosse, essendo ottimi come rimedio espettorante e antisettico. Viene inoltre impiegata per contrastare i parassiti intestinali e per risolvere problemi di digestione grazie all’azione eupeptica.

Utilissima inoltre in caso di febbre grazie alle proprietà febbrifughe e sudorifere. È fondamentale infine l’azione sedativa delle radici, le quali possono contribuire a rilassare il sistema nervoso in caso di sovraeccitazione. Utili anche in caso di stanchezza generale.

Controindicazioni dell’artemisia pianta

È controindicata in caso di gravidanza e allattamento. Potrebbe procurare dermatiti da contatto a coloro che hanno una pelle più sensibile. Infine si ricordi che a dosi elevate è particolarmente velenosa al punto da poter arrecare danni al sistema nervoso.

artemisia

Uso

Può essere utilizzata sotto forma di infuso immergendo in una tazza di acqua bollente un cucchiaio di Artemisia secca lasciando in infusione per 10 minuti.

Un altro utilizzo possibile è quello della tintura madre, assumendo le gocce in base all’entità del problema in essere.

Altri utilizzi possibili sono gli estratti e le compresse.

Coltivazione

Terreno

L’Artemisia predilige i terreni franchi ed esposti a sud, ma si adatta bene anche a terreni argillosi. La pianta è comunque abbastanza resistente anche alle temperature più basse.

Semina

La semina avviene in semenzaio. Quando le piantine raggiungono un’altezza di 10 cm. circa possono essere messe a dimora nel terreno. La concentrazione consigliata è di 6 piantine per metro quadrato.

Irrigazione

Una buona irrigazione può favorire una maggiore produttività della pianta, anche se di fatto questa non necessita di particolari quantità d’acqua. Si consiglia altresì di aumentare la portata delle irrigazioni nei periodi di siccità estiva.

Malerbe

L’eliminazione delle erbacce infestanti avviene attraverso sarchiatura, ossia il taglio e il rimescolamento dello strato superficiale del terreno.

Raccolta

Il periodo consigliato per la raccolta è quello della fioritura e avviene attraverso la falciatura degli steli.

Artemisia pianta

Primo piano delle foglie di Artemisia

Artemisia dove si trova

Questa pianta ha origini europee, è quindi facilmente reperibile anche in Italia. Inoltre la si trova in Asia, Nord Africa e America settentrionale.

La pianta (secca, in gocce, l’estratto o in compresse) può essere acquistata facilmente in erboristeria in farmacia.

Artemisia Vulgaris, una panacea contro molti mali | Utilizzo e proprietà ultima modifica: 2019-01-09T14:30:41+00:00 da Faidate Ingiardino

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.