Un tempo era un lusso per pochi, ma oggi tutti possono possedere una piscina grazie ai modelli fuori terra, fissi o smontabili a fine stagione

Una piscina fuori terra è facile da installare, ha costi accessibili e richiede pochissima manutenzione: le piscine fuori terra permettono piacevoli momenti di relax nella bella stagione e non hanno bisogno di alcuna autorizzazione, fatta eccezione per le piscine da giardino con strutture più importanti che hanno bisogno di un basamento cementizio, per le quali il Comune può richiedere la concessione edilizia.

Forma e dimensione di una piscina fuori terra

Ce ne sono di diverse forme e dimensioni, dalle più economiche costituite da robusti teli in PVC (leggi questa guida sulla piscina Bestway) tenuti in posizione da montanti ad appoggio sul terreno o gonfiabili e autoportanti, fino a quelle con rivestimento rigido in legno da fissare a un sottofondo in calcestruzzo.


Questo, per le prime, non è necessario: è sufficiente disporre di un terreno livellato e privo di radici o altri elementi che potrebbero arrecare danni al telo; esistono speciali teli di sottofondo da stendere sul terreno per impedire le crescite nell’area interessata dalla piscina.

Questi modelli sono sempre equipaggiati del gruppo pompa-filtro per garantire la pulizia dell’acqua, che però spetta a noi controllare e, all’occorrenza, correggere dal punto di vista della disinfezione e dell’acidità, per essere certi di fare sempre un bagno salutare.

Come installare una piscina in legno fuori terra

La piscina fuori terra con struttura portante fissa, va posizionata su un sottofondo solido, piano e regolare: si realizza uno scavo di profondità sufficiente per una platea in calcestruzzo e, a stagionatura avvenuta (almeno 3 settimane), si stende il telo di fondo in rotolo, unendo le strisce con nastro adesivo.

Su questo si inizia a disporre gli elementi che costituiscono la base, da unire a incastro.

realizzato il primo anello, si verificano le diagonali interne del bacino

poi si prosegue a salire montando anche i rinforzi metallici da tassellare alla platea e posando all’interno il rotolo del liner

Nelle fasi finali di assemblaggio della struttura si incastra lo skimmer; si rivestono i supporti metallici con gli elementi in legno,

si realizzano le prefiniture e si riveste il perimetro interno con il telo.

Lungo il perimetro superiore si avvita il profilo sagomato che accoglie il liner dopo averlo disteso; nel liner si realizzano le incisioni per inserire i getti, si collegano le apparecchiature di filtrazione e ricircolo

si effettua il riempimento per tendere bene il telo. L’applicazione del bordo superiore a sbalzo conclude l’installazione.

Come verificare la qualità dell’acqua

La clorazione e il pH dell’acqua vanno controllati frequentemente, anche ogni giorno nell’utilizzo intenso: per farlo esistono appositi test, come quello in foto, da immergere nella piscina per prelevare una modesta quantità d’acqua.

In questa si aggiungono i reagenti contenuti in due flaconcini (giallo per il cloro e rosso per il pH), si miscela e si confronta la colorazione assunta dall’acqua delle provette con le rispettive tabelle comparative riportate ai lati del kit.

Cloro in pasticche come si usa

In questa forma il cloro per la disinfezione della piscina ha un effetto a lungo termine e non va mai immesso direttamente nell’acqua della piscina: esistono apposite boe o skimmer in cui inserire la pasticca per consentire un rilascio graduale con efficacia fino a due settimane, anche se molto dipende da quante persone utilizzano la piscina e dall’esposizione dell’acqua a temperature più o meno elevate. Il cloro va utilizzato ogni volta che il test evidenzia una bassa acidità dell’acqua.

Piscina fuori terra in legno | Caratteristiche e installazione ultima modifica: 2018-07-19T08:30:57+02:00 da Faidate Ingiardino

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

GRATIS

la rivista
multimediale

Leggi subito il nuovo numero
di GIUGNO-luglio 2020

e scarica il PDF

Un nuovo numero disponibile ogni due mesi.
Con costruzioni fai da te e idee per la tua voglia
di bricolage
e di giardinaggio