Di cosa sa il terreno? Si dice che il terreno fertile abbia un sapore dolce che si abbina all’odore di terra sana e appena lavorata, mentre i suoli acidi sembra che abbiano un sapore forte, come il succo di limone: ma davvero un terreno si può… assaggiare?

Chiariamo subito un aspetto: assaggiare la terra è abbastanza rischioso. Sebbene si ipotizzi sia una pratica originaria dell’Est Europa, i patogeni tipici della terra possono mettere in pericolo la salute di chi “assapora” anche solo una piccolissima parte di terreno. Tuttavia, chi lo fa da sempre sostiene che dia informazioni preziosi sullo stato del terreno: quali?

Frutti dolci da terra dolce

Possiamo prendere seriamente la salute del nostro terreno senza doverlo per forza assaggiare. Ma che tipo di intervento ci darà il raccolto più saporito e abbondante, qualunque cosa coltiviamo nel nostro giardino o nel nostro orto? In Canada, un food consultant per una ricerca sulla sostenibilità ha condotto uno studio su diverse colture cresciute in terreni differenti quando ha scoperto, negli anni ’90, che anche il modo con cui i prodotti erano stati coltivati e trattati influiva sul gusto.

Quando si coltivano colture di copertura fuori stagione, queste cresciute sulla stessa terra, la stagione successiva avranno un sapore più dolce, profondo, più complesso (una coltura di copertura è una coltivazione al solo scopo di far bene alla terra e di solito è arata insieme al terreno per dare a questo nutrienti in abbondanza).

Assaggiare il terreno è rischioso, anche se per verificare il suo “sapore” è possibile adattare altre soluzioni.

Questa non è solo un’impressione, ma un miglioramento misurabile in unità Brix (che misurano gli zuccheri in un liquido: un’unità brix= 1 g di saccarosio in 100 g di liquido). Una carota, per esempio, che aveva registrato prima 8 Brix, dopo ne registrava 12. Non solo le verdure erano più dolci, ma si conservavano meglio.

Nutrire il terreno con il “Tè” di compost

Sebbene la scienza dietro il tè di compost fatto in casa non convinca del tutto, a molti giardinieri piace produrre questa miscela e usarla nel loro terreno.

  1. Mettiamo il compost in un secchio (dovrebbe essere pieno per circa tre quarti);
  2. Versiamoci dentro l’acqua (preferibilmente piovana) dall’alto;
  3. Lasciamo riposare il miscuglio per quattro giorni, mescolando bene ogni giorno;
  4. Filtriamo il mix con la stoffa nel secondo secchio;
  5. Diluiamo il composto con altra acqua prima di usarlo; dovrebbe essere del colore del tè leggero, che di solito significa che dovremo usare una miscela di 1:10 (1 parte di tè e 10 parti di acqua).

Il tè di compost è utile per “nutrire” il terreno.

 

Qual è il terreno più saporito? ultima modifica: 2018-04-16T09:55:58+00:00 da Faidate Ingiardino

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.