L’anthurium è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Araceae; ne esistono oltre 500 specie

AnthuriumL’anthurium è conosciuto in prevalenza come pianta da appartamento oppure da serra. L’origine è l’America Centrale e Meridionale ed è caratterizzata da spate e foglie di buona eleganza, motivo per il quale l’anthurium viene utilizzato anche per impreziosire composizioni di fiori recisi. In vivaio è possibile ibridare tra loro diverse specie per ottenere infiorescenze di particolari colori tra cui lilla e arancione.

Come coltivare Anthurium

L’ambiente ideale per coltivare l’anthurium è a una temperatura media non inferiore a 10-12°C, in posizione luminosa, ma non sottoposta direttamente alla luce del sole. Queste caratteristiche ambientali rendono l’anthurium idoneo alla coltivazione anche in appartamenti prestando però la giusta cura: è una pianta che necessita di essere controllata spesso soprattutto per quanto riguarda l’umidità del terreno e la concimazione, mentre l’ambiente in cui è posta deve essere prevalentemente umido.

Anthurium pianta

Annaffiatura

L’anthurium richiede annaffiature regolari, ma senza eccedere nelle quantità, ed è importante irrigare il terreno nel momento in cui questo si presenta asciutto poiché soffre i periodi di siccità particolarmente lunghi. Troppa acqua però genera un ingiallimento alle foglie in quanto le radici non riescono ad attingere alle sostanze nutritive del terreno a causa dell’eccessiva umidità.

Tipo di terreno e rinvaso

Il tipo di terreno ideale per la coltivazione dell’anthurium è quello molto poroso e drenante, con un substrato lievemente acido. Indicativamente ogni 10-15 giorni richiede una concimazione che è possibile fornire con sostanze liquide miscelate all’acqua di irrigazione. Ogni due anni è bene rinvasare l’anthurium per potergli offrire un vaso più grande e uno sviluppo più rigoglioso, aggiungendo del terriccio nuovo caratterizzato sempre da un buon livello di permeabilità.

Anthurium rosso

Fioritura potatura

In vivaio è possibile ibridare le piante di Anthurium per ottenere fioriture di colori differenti; la pianta non ha un periodo di riposo vegetativo e la durata dell’infiorescenza è piuttosto lunga. Riguardo la potatura è bene togliere le foglie che appaiono ingiallite mentre le altre vanno semplicemente mantenute pulite dalla polvere.

Come riprodurre l’Anthurium

Questo bellissimo fiore, si moltiplica facilmente per divisione del cespo. Per farlo occorre bagnare la terra del vaso prima di estrarre la pianta, afferrandola nella parte basale. A questo punto si possono separare alcune porzioni di pianta che abbiano, ognuna, almeno 3-5 foglie. Bisogna agire con delicatezza per non strappare le radici e si possono anche tagliare via parti morte o rinsecchite. Ogni pianta va rinvasata utilizzando una miscela di torba, terriccio per fiori e sabbia nelle proporzioni di 3:2:1. Si mantiene la pianta alla luce ed al caldo vaporizzandola ogni tre giorni.

Anthurium | Coltivazione, potatura e riproduzione ultima modifica: 2017-05-08T15:48:42+00:00 da Faidate Ingiardino

Post correlati

2 Risposte

  1. Laura

    Buongiorno,
    volevo avere un’ informazione relativa al taglio foglie e fuori dell’ anthurium.
    Ho tagliato alcune foglie un po’ andate ed alcuni fiori ormai appassiti e l’ ho fatto alla base del gambo.
    Ho notato però che in alcune è rimasto un pezzettino di gambo e lo stesso ha creto alla base una sostanza porosa arancio da cui poi il pezzettino di gambo stesso toccandolo si è staccato.
    Cosa può essere?
    E’ giusto tagliare le foglie se sono un po’ brutte?
    Grazie

    Laura

     
    Rispondi
    • Faidate Ingiardino

      Ciao Laura,

      Probabilmente si è creata della marcescenza da quella porzione di gambo recisa. Un buon consiglio sarebbe quello di garantire alla pianta sempre una buona base di umidità e di un terreno a ottimo drenaggio. Nessun problema sul taglio delle foglie, a patto che lo si faccia con strumenti ben puliti e disinfettati (magari precedentemente alla fiamma).

      Grazie per averci scritto!

       
      Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata