La grandissima varietà di rampicanti appartenente al genere Cissus ci consente di approfittare di una vasta scelta di piante ornamentali per casa o terrazzo

Il Cissus, o più comunemente Cisso, è una pianta del genere rampicante (ad eccezione di alcune specie) sempreverde, appartenente alla famiglia delle Vitaceae. Si presenta con fusti legnosi o semi-legnosi sui quali sono presenti viticci.

Ha belle foglie verdi che hanno forme diverse in base alla specie: possono essere composte (da 3 o 5 foglie più piccole) oppure semplici. I fiori sono insignificanti, di colore verdognolo e anticipano l’avvento dei frutti che si presentano sotto forma di bacca.


Esistono centinaia di specie di Cissus con caratteristiche differenti tra loro. Di seguito una panoramica delle più conosciute.

cissus

Varietà di Cissus

  • Cissus rhombifolia – Rampicante dal fusto legnoso con foglie lucide composte da 3 foglioline a forma di rombo dentellato. Può raggiungere i 3 metri d’altezza.
  • Cissus antarctica – Si presenta con fusto legnoso robusto e foglie ellittiche, seghettate e appuntite. Si tratta di una rampicante che può arrivare ad un’altezza di 5 metri.
  • Cissus alata – Ha un fusto coperto da una sottile peluria e le foglie sono lobate con margini dentati. È una rampicante originaria del Sudamerica.
  • Cissus striata – Rampicante a rapida crescita, con fusto legnoso, foglie composte e di forma ovale. Può raggiungere i 10 metri d’altezza.
  • Cissus tuberosa – Rampicante con foglie palmate; originaria del Messico.

Esistono anche specie succulente come il Cisso quadrangolare, rampicante con costolature e foglie palmate, originaria della zona tropicale dell’Africa. Altro esempio è il Cisso Cactiforme che si presenta con fusti verdi costoluti dotati di spine. Ha foglie ovate e radici aeree.

cissus

Primo piano sulla foglia del C. Rhombifolia

Coltivazione

Moltiplicazione

Il Cissus si moltiplica per talee che si ricavano in primavera dalle parti apicali dei fusti. Queste vanno poste a radicare in un misto di terriccio e sabbia ad una temperatura attorno ai 20°C.

Terreno

Scegliere un suolo ben drenato; si consiglia un miscuglio in parti uguali di terriccio fertile, torba e sabbia. Rinvasare ogni anno.

Esposizione

Il Cisso predilige i luoghi luminosi, anche se l’ombra non crea particolari problemi alla sua crescita. È necessario evitare l’esposizione diretta ai raggi solari. Inoltre la pianta apprezza un ambiente ben areato, in particolare nella stagione calda. Teme il freddo, per cui spostare all’interno se le temperature scendono sotto i 7-10°C.

Irrigazione

Irrigare con costanza nel periodo vegetativo che va dalla primavera all’autunno. Si consiglia di innaffiare spesso, ogni 2 giorni, ma con quantità d’acqua scarse. Ridurre le innaffiature durante la stagione invernale.

cissusConcimazione

Ogni due settimane utilizzare concime liquido mischiato all’acqua delle irrigazioni. Concimare da inizio primavera sino a fine estate; in autunno si passi invece ad un concime organico. Interrompere le operazioni nella stagione invernale.

Potatura

Essendo una pianta a rapida crescita è bene potarla costantemente. Si possono rimuovere i rami in primavera per conferire alla pianta un aspetto più ordinato. È poi possibile intervenire nel resto dell’anno laddove lo si ritenga necessario.

Malattie e parassiti

Un ambiente secco può causare l’insorgenza del Ragnetto rosso. Per allontanare questo parassita è buona norma mantenere un ambiente adeguatamente umido.

Cissus: tante varietà di rampicanti per la casa | Coltivazione e cura ultima modifica: 2019-01-17T14:06:35+02:00 da Faidate Ingiardino

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

GRATIS

la rivista
multimediale

Leggila subito
e scarica il PDF

Un nuovo numero disponibile ogni due mesi.
Con costruzioni fai da te e idee per la tua voglia
di bricolage
e di giardinaggio