Ideale per arricchire angoli e bordure del giardino, la hosta si coltiva ottimamente anche in vaso

Le numerose varietà di Hosta ci permettono di scegliere quelle più adatte al nostro giardino. Possiamo preferire, ad esempio, la miniatura tipo Dew Drop alta non più di 15 cm o l’imponente Blue Mammoth alta 120 cm.

Hosta pianta

Originaria del Giappone e in parte da Cina e Corea, è coltivata prevalentemente per i ciuffi di grandi foglie decorative, nelle tonalità dei verdi e verdi bluastri. I fiori spettacolari, leggermente penduli, imbutiformi, simili all’iris, formano racemi azzurri, lilla, viola o bianchi.


Si innalzano su lunghi steli, al di sopra delle foglie e fioriscono in estate. È molto decorativa se piantata vicino all’acqua o sotto gli alberi.

I fiori penduli e violacei di questa pianta emergono dal fogliame.

Pianta apprezzata per le rigogliose foglie verdi o screziate e anche per la prolungata presenza nel giardino da fine inverno all’arrivo dei primi geli, esige (nella maggior parte delle varietà) il sole al mattino e l’ombra al pomeriggio, anche se alcune vivono bene in pieno sole e altre sopportano l’ombra persistente. Accettano qualsiasi tipo di terreno preferibilmente un po’ acido e soffice. Il terreno va mantenuto fresco, ma evitando di bagnare le foglie esposte al sole.

Dopo la fioritura, è bene tagliare gli steli sfioriti per evitare la maturazione dei frutti e dei semi. Le foglie vanno invece lasciate seccare sulla pianta.

Hosta undulata

Varietà più diffusa, cresce fino a 90 cm. Ha foglie con margine ondulato e una banda centrale bianca; i fiori lavanda chiaro formano fitti grappoli.

Caratteristico fogliame della varietà hundulata.

Trapianto in vaso

Per trapiantare giovani germogli di questa pianta procuriamoci un vaso di terracotta capiente; un coccio per occultare il foro di drenaggio; palline di argilla espansa; un sacco di terriccio universale.

Occultiamo il foro di drenaggio con un coccio e predisponiamo uno strato con le palline di argilla.

Con la paletta distribuiamo sul fondo del vaso un primo strato di terriccio e colmiamo fino a metà vaso.

Rimuoviamo con delicatezza il pane di terra contenente le giovani piante.

Dividiamo le zolle pulendole bene le piantine e liberando le radici dal terriccio.

Adagiamo le piante sul terriccio facendo in modo che i rizomi siano interrati per 1-1,5 cm.

Compattiamo delicatamente il terriccio tutt’intorno alle piantine.

Subito dopo il rinvaso irrighiamo dolcemente con acqua a temperatura ambiente e posizioniamo all’aperto in posizione soleggiata.

Dopo circa 2-3 settimane le piante ci regaleranno splendide foglie. Bagniamo circa due volte la settimana.

Hosta | Come trapiantarla in vaso ultima modifica: 2018-01-16T13:56:43+00:00 da Faidate Ingiardino

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

GRATIS!!!