La grevillea è un genere di piante che produce fiori bellissimi e presenti in più varietà

Appartenente alla famiglia delle Portulaceae, esistono oltre 250 varietà di Gravillea, piante sempreverdi australiane, che variano per forma, fogliame, struttura e dimensioni dei fiori. Vanno dagli alti alberi delle foreste pluviali (Grevillea robusta) alle piante prostrate dei giardini rocciosi.

Il genere

Le varietà di questo genere producono fiori che possono comparire a grappoli lungo un lato delle spighe allungate.

Le Gravillee hanno generalmente fiori vivaci, che nell’emisfero settentrionale compaiono in primavera o estate; il fogliame è attraente e spesso utilizzato come ornamentale.

Si possono coltivare sia in vaso, sia sulle scarpate o in prossimità dei muri, se prevalentemente a crescita bassa. Sono facili da coltivare, purché il terreno sia ben drenato.

Grevillea juniperina

Originaria dell’Australia orientale, è una pianta molto rustica con foglie grandi verde brillante e fiori rossi o gialli. Generalmente è un arbusto alto, ma esiste una forma prostrata che produce fiori giallo opaco quasi tutto l’anno.

Struttura tipica tra fogliame e fioritura della varietà juniperina.

Grevillea rosmarinifolia

È un arbusto attraente e può essere potato in siepi formali. Alto fino a 2 m e altrettanto largo, ha grappoli di fiori rossi, a forma di ragno, con foglie strette e acuminate.

La g.rosmarinifolia è un ottimo arbusto attraente.

Grevillea tamboritha

Pianta mediterranea dal portamento allargato tappezzante e dal fogliame persistente, possiede numerosi aghi verde azzurrino, lanuginosi, più larghi di quelle della G.rosmarinifolia.

La varietà tamboritha ha uno “strano” fogliame a spiga.

Grevillea robusta

Proveniente dalle foreste pluviali sub-tropicali della costa orientale australiana, cresce fino a 30 m di altezza. I fiori giallo dorato, ricchi di nettare, formano una spiga e fioriscono abbondantemente in estate coprendo quasi tutto il fogliame.

La g.robusta, proveniente dall’Australia, può raggiungere oltre i 30 m di altezza.

Coltivazione

Esposizione

Sono piante abituate a climi secchi e inverni miti. Esponiamole in pieno sole e in una porzione calda del nostro giardino. In inverno coltiviamole in serre o verande fresche, in vasi con composta da vaso acida e in piena luce.

Tipo di terreno

Applichiamone uno ben drenato, leggermente acido; in vaso utilizziamo del terriccio miscelato a sabbia.

Irrigazione

Annaffiamo liberamente senza creare ristagni idrici eccessivi, in inverno diradiamo gli apporti d’acqua per poi riprenderli in primavera.

Concimazione

Possiamo concimarle dalla primavera all’estate con fertilizzazioni mensili ricche di fosforo.

Propagazione

Si propagano generalmente dai semi delle piccole capsule ricurve. Per raccoglierli leghiamo un sacchetto di carta intorno alle capsule quasi mature. In estate e inizio autunno moltiplichiamole per talee apicali, lunghe circa 6-8 cm: tagliamole appena al di sotto dei nodi fogliari. Successivamente eliminiamo delicatamente le foglie e facciamo attecchire le talee in un mix di due parti di sabbia grossa e una parte di torba.

Malattie e cura

La maggior parte delle varietà non sono soggette a malattie o parassiti, ad eccezione delle cocciniglie, trattabili facilmente con batuffolo di cotone imbevuto d’alcol o olio bianco.

Proprietà

La varietà red, australiana, combatte il dolore muscolare all’articolazione temporomandibolare. È l’unica delle oltre 250 specie trattata in fitoterapia e erboristeria.

Grevillea | Varietà diverse, bellissime fioriture: la coltivazione ultima modifica: 2018-01-23T13:55:22+00:00 da Faidate Ingiardino

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.