La talea è la forma di propagazione più semplice e più usata poiché è rapida, economica e permette di riprodurre un gran numero di piante con poco materiale vegetale.  La talea fogliare permette la progazione di una pianta partendo da una foglia. Le ragioni per propagare una pianta, oltre a quella ovvia di avere nuove piantine, possono essere diverse: ridurne una diventata troppo grande per lo spazio a disposizione o rinnovare una pianta diventata meno attraente.

Saintpaulia, peperomia, sinningia, crassula e sanseviera sono specie che possono essere propagate con la talea fogliare, tagliando le foglie con il picciolo e piantandole leggermente inclinate in substrato di propagazione.


La begonia rex e i suoi ibridi si moltiplicano tagliando le foglie e, dopo avere inciso leggermente alcune nervature sulla pagina inferiore, ponendo le foglie stesse su un substrato di radicazione con la pagina inferiore appoggiata ben aderente ad esso.

talea begonia

In circa un mese si formeranno microscopiche piantine nei punti di incisione. La talea fogliare delle piante d’appartamento può essere fatta durante tutto il periodo vegetativo ma i periodi più consigliabili sono la primavera e l’autunno.

Durante la radicazione, la talea va protetta da un eccessivo inaridimento coprendo il vassoio di radicazione con un foglio di plastica forato e spruzzando di tanto in tanto talea e substrato. La talea fogliare, a sviluppo terminato e trapiantate in vaso, dà origine ad una pianta che cresce  rigogliose come quelle acquistate in vivaio.

 

VEDIAMO NEL DETTAGLIO

foto di talea

 

  1. Preleviamo dalla pianta madre foglie giovani e sane. Facciamo su di esse incisioni lunghe un centimetro lungo le vernature più robuste della pagina inferiore.
  2. Posizioniamo la talea fogliare in un piccolo contenitore in cui abbiamo creato uno strato di terriccio per talea (si trova nei garden center e nei consorzi) tenendo la parte incisa ben a contatto con il terriccio.
  3. Copriamo il contenitore con un coperchio trasparente o con un telo di plastica forato. Inumidiamo il terriccio e posizioniamo il tutto in un luogo tra 18 e 24 gradi.
  4. Quando dalle incisioni spuntano i germogli preleviamo le talee e le separiamo. Poi le trapiantiamo singolarmente in altrettanti vasetti.

UTENSILI
Cutter, contenitore, paletta

Talea fogliare di begonia ultima modifica: 2013-09-12T09:43:39+00:00 da Faidate Ingiardino

Post correlati

1 risposta

  1. Begonia cura e coltivazione | Giardinaggio - Bricoportale

    […] Cura colturaliNei giardini, in genere, si coltivano le begonie tuberose che ci regalano splendide fioriture nella stagione estiva. I fiori, sono simili all’orlo di una sottana, con balze e arricciature colorate dai caldi e vivi colori. Il tubero si pianta in primavera a 5-8 cm di profondità con la parte concava rivolta verso l’alto. Il terreno dev’essere ben drenato, ricco di torba e al riparo dai raggi di sole più violenti: per questo sono adatte a giardini e balconi ombreggiati. Nelle regioni a clima mite possiamo lasciare i tuberi a riposo nel terreno, in quelle più fredde è opportuno estirparli, pulirli bene, asciugarli e conservarli al coperto fino alla successiva messa a dimora (in genere verso la fine di marzo o inizio aprile). Le innaffiature devono essere frequenti, ma non eccessive, lasciando asciugare il terriccio in superficie tra un’innaffiatura e l’altra. Nel periodo estivo può essere utile vaporizzare anche le foglie. Se desideriamo moltiplicarla per talea preleviamo in aprile i germogli basali di 10 cm con un’abbondante porzione di tubero che collochiamo in un contenitore in cui abbiamo messo un miscuglio di sabbia e torba. Un altro sistema molto semplice, e dagli ottimi risultati, è quello di riprodurle per mezzo della talea fogliare. […]

     
    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata