Lo Styrax officinalis è un arbusto dai fiori a campanella bianchi e profumati; è una pianta rustica che non teme il freddo e non necessita di cure particolari

Lo Styrax officinalis, più comunemente detto Storace, è una pianta caducifoglia appartenente alla famiglia delle Styracaceae. È anche detto Stirace o Mella bianca e gli inglesi la chiamano “snowbell“, cioè campanella di neve.

In Italia cresce a un’altezza compresa tra gli zero e i 600 metri sopra il livello del mare; è molto diffuso nel Lazio e in Campania. Si tratta inoltre di una pianta protetta, simbolo del Parco dei Monti Lucretili (RM).


Lo Styrax officinalis può essere coltivato come pianta ornamentale da giardino, mentre le proprietà officinali sono poco conosciute in Italia, ma è considerata una pianta mellifera, in grado cioè di attirare le api.

Caratteristiche

Si presenta con portamento arbustivo e può raggiungere un’altezza discreta, sino a sembrare un piccolo albero. Le foglie sono ovali e di colore verde brillante, con un’intensa nervatura e presentano una leggera peluria sulla superficie inferiore. I fiori, come suggerisce il nome inglese, sono a forma di campanella; sono profumati e bianchi con infiorescenze a racemo. Sbocciano tra aprile e maggio.

Storace

Coltivazione

Terreno

Lo Styrax officinalis predilige terreni fertili, umidi e poveri di calcare. Fondamentale un buon drenaggio.

Esposizione

Ama gli ambienti in semi-ombra, ma nei climi più freschi può essere esposto al sole. È una specie rustica resistente al freddo, ma patisce i venti invernali. Cresce bene nell’area mediterranea.

Irrigazione

Non necessita di molte annaffiature; si consiglia di bagnare solo nei periodi siccitosi.

Concimazione

Non è necessario concimare questa pianta se coltivata in piena terra, al contrario in vaso è bene aggiungere concime organico una volta all’anno al termine dell’inverno.

Potatura

Non necessita di interventi particolari, ma è buona norma rimuovere i rami secchi e malati e accorciare quelli più lunghi per compattare la chioma.

Moltiplicazione

Lo Styrax officinalis si moltiplica per semina e talea. La semina è abbastanza complessa perché si basa su equilibri di temperature che non sempre è possibile rispettare. Talvolta però le piante in piena terra si propagano da sole per seme e in primavera nascono le nuove piantine alla base della pianta madre. Queste possono essere prelevate e trapiantate altrove.

La propagazione per talea si effettua a luglio prelevando talee semi-legnose apicali (circa 10 cm), interrandole in un miscuglio di sabbia e torba e coprendole con un sacchetto di plastica trasparente. Nel giro di qualche mese la radicazione sarà completata e le piantine saranno trapiantabili.

Varietà

Tra le diverse varietà si ricordano:

  • Styrax japonica – È originario di Cina e Giappone; si tratta di una pianta decidua e rustica che può raggiungere i 10 metri d’altezza. Ha foglie di colore verde scuro e fiori bianchi riuniti in racemi ricadenti.
  • Styrax americanus – Proviene dagli Stati Uniti. Ha un’altezza di 3-5 metri e presenta foglie coriacee dentellate ai margini e fiori bianchi in fascicoli terminali.
  • Styrax benzoin – Diffuso in Indonesia, ha fiori a ombrello e dalle sue drupe si ricava un olio usato in profumeria.
Styrax japonica

Styrax japonica

Styrax officinalis | Caratteristiche e cura della “Campanella di neve” ultima modifica: 2019-06-03T11:38:41+02:00 da Faidate Ingiardino

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

GRATIS

la rivista
multimediale

Leggila subito
e scarica il PDF

Un nuovo numero disponibile ogni due mesi.
Con costruzioni fai da te e idee per la tua voglia
di bricolage
e di giardinaggio