Il basilico è una pianta aromatica che non può mancare nel nostro orto: l’odore e sapore caratteristico impreziosiscono moltissime prelibate ricette

Il basilico è una pianta erbacea annuale con fusto da cui partono foglie opposte, picciolate di forma ovato-oblunga e di colore verde vivo sulla pagina superiore e verde pallido sulla pagina inferiore. Può raggiungere un’altezza che va dai 20 ai 60 cm. Si tratta sicuramente di una delle più apprezzate e coltivate piante aromatiche.

I fiori sono piccoli e bianchi, riuniti in spighe, e appaiono in agosto. Può essere coltivato sia in piena terra, sia in vaso. In quest’ultimo caso, è una pianta che da buoni risultati anche in casa: posizionata accanto a una finestra soleggiata, produce abbondanti foglie.


Può essere conservato in freezer per costituire la base del “pesto”. La varietà mentolata offre un aroma particolare.

Come preparare il terreno

Il terreno adatto dev’essere fertile, ben drenato, in posizione calda e riparata.

Nell’acquisto delle piante prediligiamo piante sane, con foglie belle e senza macchie. Procuriamoci anche terriccio leggero e fertile. Piantiamo quelle più alte dietro a quelle più basse, mentre altre varietà più invadenti vanno coltivate isolate.

Coltivazione

Si semina a dimora a fine aprile in piccoli solchi distanziando le piantine di circa 30 cm una dall’altra. Il terreno va mantenuto irrigato in modo che rimanga sempre umido, fino a che le piante non sono ben assestate. Asportare le infiorescenze non appena compaiono, in modo da favorire lo sviluppo delle foglie.

Come si pianta

Trapiantiamo in piena terra le giovani piante alla fine di aprile o inizio maggio. Il terreno dev’essere leggero e ricco.

Distanziamo le piantine, una dall’altra, di circa 30 cm. Realizziamo uno scavo sufficiente a contenere l’apparato radicale.

Dopo il trapianto irrighiamo sufficientemente utilizzando dell’acqua a temperatura ambiente.

Esposizione

Posizione soleggiata, ma tollera la mezz’ombra.

Temperatura

Ottimale di circa 20°- 25° teme le gelate.

Irrigazione

Annaffiare moderatamente, controllando il grado di umidità del terreno soprattutto nel periodo estivo.

Concimazione

Non necessaria

Malattie e sintomi

La pianta è soggetta a numerose malattie fungine e a danni da insetti che vanno evitati attraverso opportune cure colturali; si raccomanda soprattutto di mantenere ben drenato il terreno, evitare i ristagni idrici e tenere ben arieggiata la chioma.

Solo sulle giovani piantine ed in caso di insorgenza di marciumi radicali o di infezioni che interessano il colletto è opportuno disinfettare il terreno con con un fungicida specifico per questo tipo di interventi (es. propamocarb).

Interventi con prodotti chimici sono da evitare perché a pianta destinata al consumo fresco. Foglie ingiallite e sviluppo stentato delle piante in vaso: scarsa luminosita. Posizionare in migliore esposizione.

Foglie con macchie scure e secche: danno dovuto a bassa temperatura. Posizionare la pianta in posizione riparata.

Basilico | Come piantarlo e coltivarlo in casa o giardino ultima modifica: 2017-08-02T14:30:23+00:00 da Faidate Ingiardino

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata