Piante aromatiche

Le piante aromatiche sono essenziali per la cucina, ma anche per preparare composti per la salute e la cosmesi. Le possiamo far crescere in vaso, sul terrazzo o sul balcone, ma il sistema migliore per godere della bellezza e del profumo delle piante aromatiche è quello di piantarle in piena terra.

Le piante aromatiche trovano posto nell'orto, in casa e in giardino. Dalle più profumate a quelle più decorative.

Fino a qualche anno fa le abbiamo viste nell’orto, in alcuni vasi sul terrazzo; ora sono protagoniste in giardino: parliamo delle erbe aromatiche, quelle usate nella nostra cucina, capaci di fare miracoli trasformando le ricette più semplici in specialità. Oltre alle proprietà culinarie le piante aromatiche sono molto decorative, con fiori colorati e profumati, ed hanno trovato spazio in aiuole a loro destinate all’interno del giardino, nelle bordure associate a erbacee annuali e perenni. Messe a dimora tra i camminamenti di mattoni o pietre - in questo caso è adatto il timo – con il calpestio emanano l’aroma che ricorda un po’ il clima mediterraneo. È proprio il loro aroma che attira api e farfalle, mentre alcune tengono lontane zanzare e parassiti.

Piante aromatiche da millenni

Il giardino delle piante aromatiche risale ai tempi di Greci e Romani e degli orti dei monasteri medievali. Alcuni giardini moderni hanno ripreso l’antico schema geometrico. Aiuole bordate di bosso o di rosmarino e santolina, oppure costruite in muratura, accolgono le erbe aromatiche che possono anche essere coltivate associate agli ortaggi. Il prezzemolo riccio sembra un pizzo accostato a ortaggi dalle foglie regolari. Dalle comuni salvia, rosmarino, alloro, passando dalle numerose varietà di timo, al basilico, tanto usato nel periodo estivo per la preparazione del pesto, all’erba San Pietro, adatta per le frittate, all’origano e alla maggiorana, si giunge alle erbe aromatiche meno comuni, ma ormai entrate a far parte dell’uso quotidiano, come la menta, la melissa, o il curry, dal profumo di liquirizia, e così via. Ricordiamo, tra le piante aromatiche da giardino, anche le spontanee come la borragine dai bei fiorellini a stella, il solare tarassaco e la camomilla. Ma come non citare il cappero (Capparis spinosa) con le foglie verdi, lucide e ricadenti? Lo si ricorda per la bellezza dei suoi fiori, grandi e con numerosi e lunghi stami. Cresce negli anfratti dei muri esposti al sole; per l’uso in cucina si raccolgono i boccioli che vengono conservati sotto sale o sotto aceto. Chi non possiede un giardino, può coltivare le preziose erbe aromatiche in vasi, cassette o cestini appesi; i davanzali ed i terrazzi nei pressi della cucina possono diventare tanti “giardini delle aromatiche” in miniatura.

Erbe aromatiche elenco

aglio

Aglio | Coltivazione e proprietà

L’aglio, il cui nome scientifico è Allium sativum, appartiene alla famiglia delle Liliaceae ed è originario dell’Asia centrale L'aglio è una pianta erbacea perenne (ma viene coltivata come annuale), bulbosa, ed è diffusa praticamente in tutto il mondo per il ... Leggi tutto...